Condividi la notizia

GIACCIANO CON BARUCHELLA

Roberto Bonfante non molla: la casa dei topi deve essere bonificata

La situazione secondo il consigliere comunale è ormai insostenibile. Presentata interpellanza per poter inserire la questione come punto all'ordine del giorno del consiglio comunale

0
Succede a:
GIACCIANO CON BARUCHELLA (Rovigo) - Il consigliere comunale Roberto Bonfante ha presentato formale interrogazione per poter insere all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale di Giacciano con Baruchella la questione dell'immobile dell'ex canonica, in centro paese, lasciato in condizioni di abbandono, incuria e degrado.

"La situazione è grave  - scrive Bonfante rivolgendosi al sindaco Natale Pigaiani - sono a ribadire quanto da me detto più volte nei mesi scorsi (LEGGI ARTICOLO) ed in risposta all'affermazione del consigliere Candian il quale sostiene che il sottoscritto agisce per interessi personali come proprietario confinante della ex canonica. Ribadisco lo stato di degrado e di incuria che persiste da molti anni nello stabile ubicato in centro storico in Piazza Pace 123 a Giacciano.


Codesto edificio alto e di ampia cubatura è in completa rovina e abbandono da circa 30 anni. Il tetto ed i solai in legno, quasi totalmente crollati all'interno, hanno determinato un ammasso di travi e tavole a marcire. Sempre all'interno di questo immobile si è sviluppata una folta vegetazione, ospitante stormi di colombi e un proliferare di ratti di grosse dimensioni. Vi sono vistose crepe nei muri perimetrali, cornicioni pericolanti ed in tale condizione sono le tegole rimaste che possono disperdersi al forte vento (potenzialmente possono ferire persone e danneggiare cose). Questo stato di fatto si trova nella piazza del paese di Giacciano, a pochi metri dalla Chiesa e da un esercizio pubblico, oltre che vicino ad abitazioni civili.

Il mio dovere, in qualità di consigliere comunale, è quello di essere attento all'incolumità dei cittadini e mi obbliga a segnalare questa situazione di pericolo non solo per gli eventuali crolli “statici” ma anche per la concreta possibilità di caduta verso la Piazza di calcinacci tegole e pezzi di cornicione.
Altresì grave anche il degrado crescente all'interno, con ratti e piccioni che scorrazzano anche nelle abitazioni adiacenti. Si tenga in considerazione che sulla facciata, sotto i predetti cornicioni pericolanti sono fissati cavi elettrici e telefonici. Inoltre, si nota un quadro elettrico “volante” posizionato tra il primo ed il secondo piano della struttura. Sono pertanto a chiedere che la Signoria Vostra intervenga quanto prima per mettere in sicurezza statica e igienica detto immobile.

Pongo, quindi, all'attenzione l'urgenza della suddetta richiesta di intervento, in modo che si possa giungere ad una pronta soluzione della questione causata da una evidente incuria da parte di chi ha l'obbligo di tenere in ordine il fabbricato ed il terreno di cui trattasi; inoltre chiedo che venga emessa apposita Ordinanza nei confronti del proprietario dell'area in questione al fine di effettuare la bonifica mediante la pulizia di erbacce e sporcizia varia e di messa in sicurezza dell'immobile.

La situazione che si è creata è un problema non soltanto di decoro ma anche di pericolo concreto di crolli per l'incolumità delle persone. Questo stato di cose costituisce anche un brutto biglietto da visita per chi viene a Giacciano, ribadisco e ripeto ancora una volta l'urgenza di intervenire affinché insetti, erbaccia alta, acqua stagnante, piccioni e topi oltre ai crolli strutturali non si verifichino a tutela del bene più importante cioè la sicurezza e l'igiene delle persone e dell'ambiente".
Articolo di Martedì 22 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it