Condividi la notizia

OTTOBRE RODIGINO

Il sindaco di Rovigo: "Grazie a tutti per il successo della fiera. L'anno prossimo ancora meglio"

Oltre 50mila presenze il dato degli organizzatori, nessuna criticità in merito alla sicurezza. La normativa è stringente. Il primo cittadino: "Nel 2020 cominceremo prima"

0
Succede a:

ROVIGO - “E' andata molto bene, sono davvero contento e ringrazio tutte le persone dell'amministrazione comunale che hanno lavorato in questi giorni, in particolare la Polizia Locale che, nonostante la carenza di organico, ha fatto un lavoro eccezionale con un controllo sul territorio discreto e sobrio. Spero che questo sia stato apprezzato. Un ringraziamento anche a tutte le altre Forze dell'ordine e alla Protezione civile presente con i propri mezzi”. E' quanto ha affermato il sindaco Edoardo Gaffeo, a conclusione dei quattro giorni di fiera. Se le bancarelle hanno lasciato il centro il luna park nel piazzale antistante il Censer sarà ancora attivo e godibile fino a domenica prossima (LEGGI ARTICOLO). 

Un bilancio più che positivo, con oltre 50 mila presenze, come ha riferito Giancarlo Zanella vice presidente di Cofipo, che ha avuto in gestione l'organizzazione dell'evento.

La fiera rappresenta il momento principale dell'Ottobre Rodigino, da tutti atteso, ma comporta a livello organizzativo un dispendio grande di energie, soprattutto alla luce della nuova normativa sulla sicurezza, come ha spiegato il sindaco.

“Bisogna essere consapevoli che ogni anno le cose cambiano. Il 2018 è stato molto particolare perché, purtroppo, dopo alcuni avvenimenti accaduti in altre città, la normativa sugli eventi in spazio pubblico è diventata molto stringente. Il piano per la sicurezza deve essere studiato con attenzione maggiore rispetto agli anni passati e tutto ciò comporta delle scelte, che vanno prese per il bene di tutti. La sicurezza è un bene collettivo”. In questa direzione è andata la decisione relativa,  in particolare, alla viabilità di via Oberdan e viale Trieste verso via Umberto I, dettata proprio dall'esigenza di rispettare  le necessarie misure di sicurezza, con particolare attenzione al transito eventuale dei mezzi di soccorso, con l'esigenza di snellire il traffico veicolare.

Come ha evidenziato il Comando di Polizia Locale, non si sono riscontrate criticità particolari durante i giorni di fiera. Il corpo di Polizia Locale ha operato in collaborazione e sinergia con le altre Forze di Polizia (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia Provinciale) nel presidiare la sicurezza e l'ordine pubblico e nel contrasto al fenomeno dell'abusivismo commerciale, di cui  non vi è stata alcuna traccia. La polizia locale ha messo in campo più di quindici unità al giorno distribuiti tra mattina, pomeriggio e sera, con una presenza costante ripartita tra fiera e Luna park al Censer. 

La fiera quest'anno ha ospitato anche l'iniziativa "La settimana della Protezione Civile" organizzata a livello nazionale, che ha visto la presenza in corso del Popolo/via Grimani, di due gazebo uno della Protezione Civile e uno delle Forze di Polizia e di due mezzi uno della Protezione Civile e uno dell'Arpav e di un gazebo e di mezzi dei Vigili del Fuoco in via Maddalena.

“Sicuramente possiamo migliorare – ha concluso il sindaco -, ma siamo soddisfatti di questa edizione. Anche l'area Censer è tornata ad essere attrattiva, con un buon aumento di espositori. Il prossimo anno faremo ancora meglio partendo sicuramente in anticipo. Ribadisco un plauso a chi ha lavorato e a  Cofipo, tutti insieme abbiamo fatto un lavoro straordinario”. 

 

Articolo di Venerdì 25 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it