Condividi la notizia

LUTTO CITTADINO ADRIA

Giulia Lazzari è finalmente in pace [VIDEO]

Celebrato in Cattedrale ad Adria il funerale della giovane madre 23enne di Adria, uccisa per mano del marito, che lascia una giovane figlioletta al momento affidata ad una comunità protetta. Il saluto della sorella Deborah Lazzari

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Tutta la città si è fermata per l'ultimo saluto a Giulia Lazzari, deceduta in ospedale a Rovigo il 17 ottobre dopo oltre una settimana di agonia dopo l'assalto del marito, al momento in carcere, che ha ammesso, in parte, le proprie responsabilità.

La vicenda ha colpito profondamente la comunità di Adria e della provincia di Rovigo, sabato pomeriggio alle 15 il funerale solenne in cattedrale ad Adria, per dare finalmente pace a Giulia, angelo e forza per la famiglia e per la piccola figlia rimasta orfana. Il corteo è partito dalla casa delle associazioni ove era stata allestita la camera ardente del lutto cittadino, così che tutta la città ha avuto la possibilità di salutare Giulia.

L'ingresso della bara è stato accompagnato da madre, padre, sorella e zia della giovane donna uccisa, dal sindaco di Adria, Omar Barbierato, da svariati primi cittadini dei paesi vicini, e tanta, tantissima gente, che ha voluto testimoniare con la propria presenza l'affetto e lo sgomento insieme per quella vita rubata ad una famiglia e all'intera comunità.


L'Arciprete della Cattedrale di Adria Antonio Donà nell'omelia della funzione funebre ha ricordato come sia "umano" non capire il volere divino, come sia "normale" lo sconforto e la disperazione, ma quanto forte possa essere la fede nella Resurrezione per andare avanti e venire illuminati da un raggio luminoso che solo una giovane vita spezzata come quella di Giulia può infondere.
"Troppo poco o troppo tardi si è fatto qualcosa per questa donna, madre e moglie che ha provato a chiedere aiuto. Oppure la responsabilità è di tutti noi che non ci siamo accorti che Giulia aveva bisogno di una mano" ha infine commentato il parroco.

Nel silenzio e nel dolore della cerimonia, riportiamo l'addio alla giovane donna, madre e sorella, da parte di Deborah Lazzari, che ha vissuto la propria via crucis fino al momento in cui la sorella Giulia è spirata.



Giulietta mia...
Amore mio grande, mi hai abbandonato a questa vita ingiusta mi hai lasciato qui da sola a fare i conti con tutto questo dolore atroce che solo Dio sa cosa mi sto portando dentro...
Sai, mi ricordo tutte le risate fatte insieme, tutte le chiamate, quelle chiamate infinite che ti facevo solamente per romperti le palle, sai... ieri ero lì a baciarti toccarti e tu eri lì che dormivi, ma ne sono sicura che mi hai sentito..
Inutile dirti che la mia vita da oggi non sarà più la stessa; inutile dirti le lacrime versate, è inutile dirti tutto questo perché tu ora non sei più al mio fianco, sei lassù che mi guardi e mi proteggi...
Scusami per tutte le mie assenze, scusami per tutto, ma ti amerò per tutta la mia vita...
Ma ora dimmi: come faccio a vivere senza di te? Come!!?????
Angioletto mio, ti prometto che io sarò forte e ce la farò solo per te.:.

Riposa in pace stellina mia.
Ti amo.
Articolo di Sabato 26 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it