Condividi la notizia

AMBIENTE

A Villadose si parla di discariche con Ecoambiente, Terre Nostre e Consiglio di bacino rifiuti [VIDEO]

Ivaldo Vernelli modererà un incontro pubblico alla biblioteca civica di Villadose con Lucia Pozzato di Terre Nostre, Giancarlo Lovisari Ecoambiente ed il sindaco Gino Alessio martedì 29 alle 21.00

0
Succede a:
VILLADOSE - Il comitato Terre Nostre di Villadose ha organizzato un incontro pubblico in biblioteca a Villadose per il prossimo martedì 29 ottobre alle ore 21.00 dal titolo "Discarica: quale futuro tra ampliamento e bonifica?".

Hanno già confermato la propria presenza il sindaco di Villadose Gino Alessio, e presidente del Consiglio di bacino rifiuti della provincia di Rovigo, l'ingegnere Giancarlo Lovisari, aministratore delegato del gestore provinciale Ecoambiente, Valerio Frazzarin, direttore tecnico di Ecoambiente.

Condurrà l'incontro, nella duplice veste di moderatore e provocatore, Ivaldo Vernelli che al Regina Margherita di Rovigo, con Lucia Pozzato, ha presentato i temi che verranno trattati martedì sera a Villadose in merito alle discariche di Taglietto.


Il pretesto per parlare di discariche è stato l'incendio di giovedì 17 ottobre 2019 a Taglietto 1 (LEGGI ARTICOLO) di cui ancora non si conoscono le cause d'origine.

A Villadose esistono infatti 4 discariche di rifiuti: Taglietto 0, Taglietto 1, Taglietto 2, Taglietto 3. La discarica Taglietto 0 ha problemi di percolato che pare abbia da tempo raggiunto la falda; il comitato esprime una forte preoccupazione: il post mortem di Taglietto 0 non è stato assicurato dalla ditta Daneco, fallita. Le falde inquinate rappresentano un rischio di danno irreversibile per il territorio.
Nel frattempo la discarica attiva Taglietto 1 riceve rifiuti da tutta la provincia, oltre che rifiuti speciali, stipati in camion che attraversano il centro di Villadose. Pare sia in fase di progettazione una bretella che partendo dalla statale Rovigo-Adria arrivi direttamente alla discarica, i cui costi saranno scaricati sulle tariffe rifiuti di tutti i polesani.

L'incendio nella discarica Taglietto 1 a Villadose è l'ennesimo episodio allarmante che accade in un territorio già estremamente fragile dal punto di vista ambientale. È un incendio doloso come i tanti che si sono succeduti nel Nord Italia negli ultimi anni? È un fenomeno di autocombustione (ma accaduto di notte...), che comunque dimostrerebbe la pericolosità delle continue emissioni gassose?
Ancora non si conoscono cause e livello di inquinanti diffusi nell'aria ed il Comitato crede che non ci si possa sentire rassicurati dalle prime note emesse dagli enti di controllo: “state tranquilli, l’incendio è stato spento, non ci sono inquinanti pericolosi nell’aria (LEGGI ARTICOLO)“. "Non siamo affatto tranquili" affermano da Terre Nostre.

"Questo evento dimostra che il pericolo rappresentato da questo sito è reale: la discarica è già di per sè una bomba ecologica e sanitaria di facile innesco e quindi deve essere chiusa e bonificata (LEGGI ARTICOLO)" ha commentato la portavoce del comitato di Villadose Lucia Pozzato.

"Intendiamo chiedere che venga reso noto lo stato di salute di tutte e quattro le  discariche: quali rifiuti vengono conferiti? - afferma Ivaldo Vernelli - Sappiamo che da tempo ormai la nostra discarica non riceve più solo rifiuti urbani.
Quali dati rivelano i piezometri? Che tipo di monitoraggio, e con che cadenza, avviene sulle matrici aria, acqua e suolo?
Quali sono le condizioni delle falde acquifere? Quali valori dei metalli pesanti, di altri inquinanti e dei famigerati Pfas vengono riscontrati?

Temiamo che possa farsi strada l’ipotesi di allargamento di questo sito, magari con la definitiva trasformazione in "redditizia" (per un gestore privato?) discarica di rifiuti speciali; allora il Polesine, Villadose in particolare, diventerà la più grande pattumiera del ricco e inquinato Nord est".

I cittadini aspettano delle risposte e delle azioni ben precise da parte di chi li rappresenta, la serata di martedì 29 ottobre potrebbe essere un primo passo verso la trasparenza e il confronto su ciò che il comitato Terre Nostre vuole fare del futuro del territorio di Villadose.
Articolo di Sabato 26 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Rubriche

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it