Condividi la notizia

L’EVENTO

Nonni a tavola, ed eliminazione delle barriere architettoniche in Comune

Domenica 27 ottobre giornata importante a Castelnovo Bariano (Rovigo), inaugurato l’ascensore comunale, e grande festa per i nonni del paese, una appuntamento giunto all’undicesima edizione

0
Succede a:

CASTELNOVO BARIANO (RO) - Domenica 27 ottobre, in un teatro Indipendenza affollato, ha avuto grande successo l'11a edizione di Nonni a tavola, pranzo festaiolo offerto dall'amministrazione comunale e dalla Pro Loco.

Il sindaco Renato Biancardi  alle 12 ha inaugurato l'ascensore presso l'ingresso principale del municipio, trattasi dell'eliminazione delle barriere architettoniche in base ad una specifica legge statale. E' costato 70 mila euro, di cui 20 mila messi a disposizione dal Comune, e gli altri 50 mila concessi dal Ministero dell'interno. Opera per anziani e  diversamente abili, progettata dall'ingegner Francesca Bergamaschi, seguita dal tecnico comunale geometra  Paolo Cavaggion, mentre il collega Antonio Fabbri ha coordinato la sicurezza. In 4 mesi l'impresa Ghiotti ha ultimato i lavori".

Tagliato del nastro alla presenza dell'assessore regionale Cristiano Corazzari e del regista Italo Verzola, con la benedizione di don Graziano Giuriati. L'assessore regionale Cristiano Corazzari si è complimentato per ”questa intensa domenica. L'ascensore è una conquista civile per tutti e Nonni a tavola una location rara”. L'ascensore è stato usato alla presenza di tutti, e al primo piano l'artista Nadio Lanzoni ha illustrato la sua opera in legno fine che riprende il vecchio castello in località Canaletta.

Il vice sindaco Francesco Masini, in qualità di assessore ai servizi sociali, e l'organizzatore dell'ormai tradizionale manifestazione, ha ringraziato i molti anziani intervenuti, ”Un doveroso omaggio civico ai nostri anziani e alla loro insostituibile azione nel quotidiano”  l'assessore regionale Cristiano Corazzari ha premiato il 18enne castelnovese Michele Menani appena laureatosi campiona nazionale di speedway under 21.

Il presidente Pro Loco Francesco Lazzarini ha aggiunto che il collaudato menù basato su antipasto, risotto al tastasale e zucca, cotechino e coscette di pollo, contorni vari, dolce, caffé e ammazzacaffé “è opera dei nostri cuochi e agli inservienti, cui va il nostro bravo”.

Alla fine lotteria e regali per tutti a concludere una riuscita domenica.

 

Articolo di Lunedì 28 Ottobre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it