Condividi la notizia

MUSICA

Ancora un prestigioso riconoscimento per Giovi

Giovi (all’anagrafe Giovanni Guarnieri) e Massimo Francescon Band dopo il “Web Social Amnesty - Voci per la Libertà” si sono aggiudicati il Premio Memo a Milano

0
Succede a:

MILANO - Il prestigioso Premio Donida si chiude con un altro importante successo per il giovane cantante rodigino Giovi (all’anagrafe Giovanni Guarnieri) e la trevigiana Massimo Francescon Band (Massimo Francescon alla voce; Alberto Turchetto e Antonio Moret alle chitarre; Marco Dassi al basso e Ludovico Antiga alla batteria) che mercoledì sera hanno calcato, come finalisti, il palco del Memo Music Club di Milano, in una serata di grande qualità musicale.

Il duo, già vincitore questa estate del premio “Web Social Amnesty - Voci per la Libertà” si è infatti aggiudicato il Premio Memo, assegnato dalla direzione Artistica del Premio Donida (Massimo Satta e Monica Donida) e dalla direttrice del Memo Music Club (Egle Spaggiari) che darà altresì loro diritto di esibirsi in concerto, dal vivo, nel noto locale milanese.

Il brano, premiato per la composizione, è un inedito sul tema dell’indifferenza verso gli ultimi arrangiato dalla Massimo Francescon Band e scritto da Giovi che proprio la sera della finale ha festeggiato il suo diciassettesimo compleanno scoprendo la curiosa coincidenza di essere nato nello stesso giorno di Carlo Donida a cui il premio è dedicato.

A Giovi e alla Massimo Francescon Band è toccato il compito di rompere il ghiaccio esibendosi per primi e lo hanno fatto con una performance intensa ed energica che ha ricevuto al termine copiosi applausi dal numeroso pubblico presente.

Il Premio, giunto alla sua decima edizione, è dedicato alla memoria del famoso Maestro Carlo Donida, a lungo collaboratore di Mogol e compositore di memorabili brani della canzone italiana interpretati da Lucio Battisti, Patty Pravo, Luigi Tenco, Charles Aznavour, Tom Jones o Chet Baker.

La serata è stata presentata da Francesco Mogol, figlio del noto paroliere Giulio, Presidente onorario del Premio Donida.

La giuria di qualità era composta da: Boris Guertler (direttore generale Saar Records), Depsa (autore musicale, televisivo, teatrale e scrittore), Tony Vandoni (Direttore Artistico Musicale Radio Italia), Massimiliano Longo (Direttore All Music Italia), Luca Viscardi (conduttore radiofonico di Radio Number One e blogger italiano), Laura Valente (cantante, musicista e docente al Cet di Mogol) e Dario Brioschi (cantautore, autore e compositore).

Il premio de “La compagnia di Donida”, riconoscimento  già vinto nel 2018 dalla Massimo Francescon Band e dedicato quest’anno agli interpreti, è stato conferito alla cantante Vanessa Semprini (, mentre ad aggiudicarsi il Premio Donida 2019 è stato l’autore Carmelo Piraino.

La serata ha visto anche la consegna del Pennino d’oro alla Carriera al Cheope nome d’arte di Alfredo Mogol Rapetti, e la partecipazione quale ospite del cantante Einar (già concorrente di X-Factor, finalista di Amici di Maria de Filippi, e vincitore di Sanremo Giovani) che ha voluto omaggiare il Maestro Carlo Donida con una splendida esecuzione della nota canzone “La Compagnia”, reinterpretata qualche anno fa anche da Vasco Rossi, accompagnato dalla band storica di Carlo Donida.

Articolo di Venerdì 1 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it