Condividi la notizia

SCUOLA

La scolaresca ha visitato i tesori dell’istituto di credito

Gli alunni della scuola primaria “G. Miani” nel caveau di Rovigo Banca. Una uscita sui generis per gli studenti delle elementari in occasione della 95^ Giornata Mondiale del Risparmio

0
Succede a:

ROVIGO - Giovedì 31 ottobre, in occasione della ricorrenza della 95^ Giornata mondiale del Risparmio, gli alunni della classe 5C della Scuola primaria “G. Miani” di Rovigo, si sono recati in visita alla filiale di Corso del Popolo di RovigoBanca. L’iniziativa, inserita nell’ambito del progetto di educazione economica e finanziaria “RovigoBanca incontra la Scuola”, è stata resa possibile grazie alla collaborazione in essere con l’Istituto Comprensivo Rovigo 2.

La scolaresca, accompagnata dalle maestre Anna Soattini ed Elisa Dal Passo, è stata accolta con grande ospitalità da parte dello staff dell’agenzia che, con grande disponibilità e competenza, ha risposto alle numerose domande dei bambini.

Dopo il saluto di benvenuto, Bruno Candita, in qualità di responsabile del progetto, insieme ai colleghi dell’istituto bancario: Paola Cavazzini, Lucia Bellini, Alberto Bettinelli, Marina Cosentino e Martina Dotti, hanno spiegato ai loro giovani ospiti le funzioni di una banca e quali sono i principali servizi che vengono offerti.

Gli alunni, guidati dal personale della banca, hanno avuto modo di visitare i vari uffici e ascoltare tutte le informazioni con attenzione. Interesse testimoniato anche dalle domande e dalle numerose osservazioni che sono state rivolte.

Nel corso della visita, oltre ad approfondire i principali concetti legati al mondo bancario, i bambini sono riusciti a divertirsi, sia giocando nel ruolo di clienti allo sportello e sia potendo accontentare la loro curiosità. Ci hanno incuriositi molto il caveau, la cassaforte, le cassette di sicurezza e l’aver visto da vicino come funziona un bancomat” hanno detto alcuni alunni prima del ritorno in classe.

La mattinata si è conclusa con grande soddisfazione non solo da parte degli alunni, ma anche delle insegnanti che hanno trovato l’esperienza ricca di significato educativo e didattico.

 

Articolo di Sabato 2 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it