Condividi la notizia

UNITA’ NAZIONALE

Cerimonia che ha coniugato passato e futuro

Un folto gruppo di cittadini ed autorità si è riunito presso il Monumento ai Caduti di Piazza Quattro Martiri di Ficarolo (Rovigo) per celebrare il 4 Novembre 

0
Succede a:

FICAROLO (RO) – In una radiosa mattinata di sole, il 4 Novembre, giornata dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate, è stato celebrato anche a Ficarolo in una cerimonia sobria che ha coniugato passato e futuro. Un folto gruppo di partecipanti si è riunito presso il Monumento ai Caduti di Piazza Quattro Martiri per rendere onore ai caduti delle guerre e assistere alle celebrazioni. Il Sindaco Fabiano Pigaiani dopo il solenne alzabandiera accompagnato dall’inno di Mameli, ha preso parola rimarcando l’importanza di trasmettere alle nuove generazioni i valori fondanti della nostra Patria, basati su pace, dialogo e uguaglianza. Il suo pensiero si è poi rivolto alle Forze Armate che giorno dopo giorno proteggono questi valori con la sicurezza del paese ed anche nel mondo con le missioni di pace. 

Dopo il sindaco è intervenuto il Maresciallo di Ficarolo Valerio Maggiano che si è rivolto ai numerosi studenti presenti e a tutti i partecipanti, parlando dell’importanza di mantenere vivo il ricordo e i valori che hanno unito il nostro paese. In particolar modo ha rivolto ai giovani il consiglio di ascoltare gli anziani, i nonni in quanto ultimi testimoni della guerra e considerarli come guide sagge per il futuro

Il Parroco di Ficarolo don Massimo Guerra ha poi proceduto alla Benedizione e alla Preghiera in Suffragio. Una rappresentanza degli alunni di scuole elementari e medie di Ficarolo ha quindi portato il lavoro preparato con le insegnanti in occasione del 4 novembre, recitando versi di pace e uguaglianza, ma anche le terribili testimonianze di chi ha combattuto al fronte e spesso non ha fatto ritorno. Il loro emozionante intervento si è quindi concluso con un momento musicale e la lettura dell’Articolo 11 delle Costituzione, il quale delinea espressamente l’Italia come un paese che ripudia la guerra e favorisce il dialogo come soluzione delle controversie. Presenti alla manifestazione le delegazioni delle Associazioni di Ficarolo: Anc, Pro Loco, Avis, Aido e Protezione Civile alle quali è stato rivolto un ringraziamento dal Primo Cittadino. 

Commovente è stato l’incontro delle delegazioni di autorità e associazioni nella casa di riposo San Salvatore per una sorpresa agli anziani ospitati. Qui il trombettista ha suonato alcuni motivi storici tra cui l’Inno Nazionale e il Silenzio per far rivivere la solennità della giornata e della memoria storica a tutti i presenti.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 5 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it