Condividi la notizia

SICUREZZA

Obbligo del dispositivo, ma Lega insorge sui tempi e i modi

Seggiolini antiabbandono, Lega: “Governo giallorosso ha creato ennesimo caos”. Tra i firmatari della Legge anche la deputata della provincia di Rovigo, Antonietta Giacometti

0

ROMA - “E’ vergognoso che questo governo di incapaci sia riuscito a creare l’ennesimo caos anche su un tema delicato come quello dei dispositivi antiabbandono per i bambini in auto”.

Lo affermano in una nota Elena Murelli, deputata della Lega e prima firmataria del provvedimento, e il presidente e deputati della Lega in Commissione Trasporti alla Camera, Alessandro Morelli, Elena Maccanti, Massimiliano Capitanio, Fabrizio Cecchetti, Giuseppe Donina, la polesana Antonietta Giacometti, Edoardo Rixi, Giovanni Tombolato, Adolfo Zordan.

“La nostra legge, fondamentale per evitar il ripetersi di tragedie terribili, prevedeva 120 giorni di tempo per l’entrata in vigore dell’obbligo e delle sanzioni. Peccato che Toninelli e De Micheli abbiano perso tempo e ora obblighino le famiglie ad adeguarsi in 24 ore, correndo il rischio di sanzioni e nella più totale disinformazione rispetto alle agevolazioni fiscali sull’acquisto. L’ulteriore beffa riguarda il contributo di 30 euro previsto dal Decreto fiscale: da oggi le famiglie devono acquistare i dispositivi mentre il contributo entra attende l’ennesimo decreto del Mit ancora non emanato”.

“Come Lega faremo le barricate in tutte le sedi istituzionali per scongiurare l’ennesima tassa sulle famiglie che questo Governo, anziché aiutare, ha messo in difficoltà”

 

Articolo di Giovedì 7 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it