Condividi la notizia

VIABILITA’

Tempi biblici, è tutto pronto, ma la Sr10-Strada Padana è bloccata

La Regione Veneto ha già fatto la sua parte, in accordo con Anas, ma il Governo ancora no. Duro attacco della deputata della Lega Arianna Lazzarini. Quella strada interessa anche la provincia di Rovigo

0
Succede a:
Arianna Lazzarini

PADOVA -  "Quanto tempo dovremo ancora aspettare prima che il governo emani il decreto per finanziare la Sr10-Strada Padana Inferiore e Superiore e la Galleria Pala Rossa a Lamon? La Regione Veneto ha già fatto la sua parte, in accordo con Anas. A Roma il parere delle commissioni parlamentari e del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici è stato favorevole ed è stato inviato dal Mit alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. È tutto pronto. Manca solo la firma. Basta con questi tempi biblici. Il governo ci dica che intenzioni ha". Lo dichiara la deputata della Lega e sindaco di Pozzonovo, Arianna Lazzarini.

"Ho presentato in proposito un'interrogazione - fa sapere in una nota l'esponente leghista - per sapere dal Presidente Conte e dal Ministro De Micheli quali ostacoli impediscano la firma del Dpcm e se ci sia la volontà o meno di rispettare la riclassificazone degli elenchi delle strade già predisposta dal precedente esecutivo. Come la Sr10-Strada Padana Inferiore, che interessa numerosi comuni della Provincia di Padova: Montagnana, Urbana, Megliadino San Fidenzio, Santa Margherita d’Adige, Ponso, Ospedaletto Euganeo, Carceri, Este e Monselice” e di riflesso anche il Polesine. 

Rappresentanti e responsabili degli enti locali e territoriali, soprattutto i sindaci, sono preoccupati per le complicazioni economiche che potrebbero derivare da ulteriori rallentamenti nell'esecuzione dei lavori e per le inevitabili conseguenze per tutti i cittadini interessati. Parliamo di tratti stradali con grandi flussi di traffico, già programmati per importanti interventi di ammodernamento e che rivestono una funzione rilevante di collegamento di livello regionale e nazionale. Se il governo  vuol fare marcia indietro lo dica chiaramente e se ne assuma la responsabilità".

Articolo di Venerdì 8 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it