Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

La FemiCz azzanna i campioni in carica

Rovigo con una marcia in più del Kawasaki Robot Calvisano. Vittoria strameritata (21-14) e sorpasso in classifica. Punti al piede di Menniti-Ippolito e Cioffi, mete di Vian e Piva (man of the match)

0
Succede a:

ROVIGO - Peccato per chi non c’era. Una FemiCz Rovigo affamata ha dominato al Battaglini vincendo contro il campioni d’Italia 21-14, e il risultato finale non rende giustizia a quanto fatto dai rossoblù.

Contro ogni pronostico, viste le numerose assenze, e l’opaca prova fornita una settimana fa a Colorno, sabato 9 novembre i Bersaglieri hanno tirato fuori non solo gli attributi, ma anche la testa. Doveva essere la partita della svolta, e così è stato, come lo scorso anno. Nemmeno l’uscita di scena del cecchino Menniti-Ippolito (distorsione al ginocchio) ha spezzato le ali ai rossoblù. Nella ripresa la FemiCz Rovigo ha sfruttato ogni errore del Calvisano colpendo per ben due volte, e resistendo gli ultimi dieci minuti con un uomo in meno, dopo il cartellino giallo rimediato da Mantovani (entrato 60 secondi prima).

Un match dominato nei punti d’incontro. In mischia chiusa, dopo due penalty fischiati da Liperini per un crollo sullo slot di sinistra, i rossoblù hanno sistemato le cose dominando in lungo e in largo. Molto bene anche in touche, anzi benissimo. La rimessa laterale sporcata nella ripresa ha fruttato la meta del ko di Piva, un segnale di non poco conto in una situazione di gioco in cui il Calvisano ha dominato negli ultimi anni.

Prima del match un doveroso minuto di silenzio per ricordare le vittime di Alessandria, i tre Vigili del fuoco morti in servizio martedì 5 novembre. FemiCz padrona del territorio e dell’ovale in avvio, dopo un paio di penetrazioni, Menniti-Ippolito al 2’ infila un drop perfetto, 3-0. 

Le due squadre si equivalgono, prova a spezzare l’equilibrio il poliziotto Guido Barion con un contrattacco, ma non è fortunato. Al 22’ nuovo tentativo di drop, una situazione evidentemente preparata da coach Casellato in settimana, ma la pressione calvina gli impedisce il bis.

Leggi la cronaca di FemiCz Rovigo - Calvisano
Leggi le parole di Zambelli, Piva e Cioffi
Leggi le parole di Casellato e Brunello


(Foto Achilli-Spano)

Dopo due penalty contro il pack rossoblù, al 25’ la svolta. Mischia sui propri 22’, Rovigo riesce a guadagnare un calcio di punizione ed uscire da una situazione pericolosa. Al 27’ il Calvisano paga la propria indisciplina, Menniti-Ippolito da 40 metri non perdona, 6-0. Un giro di lancette d’orologio e Pescetto dalla piazzola riporta sotto i campioni d’Italia. Al 33’ ancora Menniti-Ippolito sfrutta le proprie doti balistiche, da posizione defilata porta la FemiCz sul 9-3. Purtroppo per il mediano d’apertura rossoblù al 38’ esce per infortunio, una distorsione al ginocchio che lo costringe ad abbandonare il terreno di gioco. Di fatto i rossoblù non hanno un sostituto, Ambrosini è ai box, gli unici in grado di ricoprire quel ruolo sono Antl ed Odiete. Allo scadere del tempo il Calvisano si affaccia nei 22 rossoblù, Liperini fischia un calcio di punizione, Pescetto non sbaglia. Si va al riposo sul 9-6.

La partita sembra pendere dalla parte del Calvisano, invece la FemiCz Rovigo affonda i campioni d’Italia subito in avvio di ripresa. Svarione difensivo della squadra di Brunello, ripartenza e passaggio decisivo di Moscardi per Vian che come un treno s’invola nella bandierina, dalla piazzola, e da posizione impossibile, Cioffi fallisce, 14-6.

Calvisano non è morto, ogni volta che si affaccia nella metà campo del Rovigo porta a casa punti. Il solito Pescetto dalla lunga distanza centra i pali, 14-9.

All’8’ azione contesta, ripartenza di Barion, palla ad Odiete che calcia in avanti dalla linea dell’out, ma viene placcato in ritardo, il Calvisano recupera l’ovale, muove al piede e Canali commette fallo, le conseguenti proteste costano altri dieci metri. Il pubblico del Battaglini si fa sentire, ma Liperini è fermo sulla sua decisione.

Al 12’ la mischia che rompe la partita. Ingresso del giovane Pomaro che sostituisce Rossi, Rovigo infiamma il Battaglini spazzando via il pack bresciano. Liperini fa ripetere, i Bersaglieri concedono anche il bis, punizione sacrosanta.  

Al 25’ l’azione del ko. Touche a metà campo in favore del Calvisano sporcata dai rossoblù, Ferro innesca al piede Piva, che raccoglie l’ovale e vola in meta. Cioffi sulla linea dell’out questa volta trasforma, 21-9.

Nel finale il Calvisano si conferma squadra solida e cinica. Si installa nei 5 metri della FemiCz, Mantovani appena entrato si becca il giallo, e rolling maul avanzante dei bresciani che rimette in bilico il risultato marcando con Vunisa. Il boato del Battaglini certifica la mancata trasformazione di Pescetto da posizione complicata. Bersaglieri che nel finale si concedono anche il lusso di dominare in mischia in 7 contro 8 portando in giro per il campo il Calvisano.

Primo round per la FemiCz Rovigo, Gianmarco Piva man of the match, appuntamento al ritorno.

Rovigo, Stadio Battaglini – sabato 9 novembre ore 15
Peroni TOP12, IV giornata
FEMI-CZ Rovigo vs Kawasaki Robot Calvisano 21-14 (9-6)

Marcatori: p.t. 1’ drop Menniti-Ippolito (3-0), 27’ c.p. Menniti-Ippolito (6-0), 33’ c.p. Menniti-Ippolito (9-0), 35’ c.p. Pescetto (9-3), 41’ c.p. Pescetto (9-6); s.t. 41’ m. Vian (14-6), 46’ c.p. Pescetto (14-9), 65’ m. Piva tr. Cioffi (21-9), 71’ m. Vunisa (21-14).

FEMI-CZ Rovigo: Odiete, Barion (78’ Mastandrea), Moscardi, Antl, Cioffi, Menniti-Ippolito (38’ Modena), Piva, Vian, Lubian, Ruggeri (51’ Michelotto), Ferro (cap.) (69’ Mantovani), Canali, D’Amico (56’ Pavesi), Momberg (56’ Cadorini), Rossi (50’ Pomaro).
A disposizione: Visentin.
All.Casellato

Kawasaki Robot Calvisano:Chiesa (cap); Van Zyl, G. Panceyra, Mori (76’ Mazza), Susio (57’ Consoli); Pescetto, Semenzato (43’ De Santis); Vunisa, Archetti, Casolari; Wessels (60’ Venditti), Van Vuren (72’ Izekor); Leso (57’ Cittadini), Luccardi (57’ Morelli), Brugnara (63’ Barducci).
All. Brunello

Arb. Matteo Liperini (Livorno)
AA1Gabriel Chirnoaga (Roma), AA2Francesco Russo (Milano)
Quarto Uomo:Davor Vidackovic (Milano)
Calciatori: (FEMI-CZ Rovigo) Menniti-Ippolito 3/3, Cioffi 1/2 ; (Kawasaki Robot Calvisano) Pescetto 3/4
Cartellini:70’ s.t. cartellino giallo a Mantovani (FEMI-CZ Rovigo)

Note:Circa 14° campo in buone condizioni. Presenti circa 1500 spettatori.

Punti conquistati in classifica:FEMI-CZ Rovigo 4; Kawasaki Robot Calvisano 1

Man of the Match: Piva (FEMI-CZ Rovigo)

Questi tutti i risultati odierni:
FEMI-CZ Rovigo v Kawasaki Robot Calvisano 21-14 (4-1)
Argos Petrarca v IM Exchange Viadana 1970 13-6 (4-1)
S.S. Lazio Rugby 1927 v Valorugby Emilia 7-34 (0-5)
Toscana Aeroporti I Medicei v Fiamme Oro Rugby 9-41 (0-5)
Lafert San Donà v HBS Colorno 44-35 (5-1)
 
Domenica ore 15
Sitav Rugby Lyons v Mogliano Rugby 1969 (leggi articolo)

La classifica dopo 4 giornate:

Argos Petrarca 19 punti; FEMI-CZ Rovigo 17; Valorugby Emilia, Fiamme Oro Rugby, Kawasaki Robot Calvisano 16; Mogliano Rugby 1969 14*; Lafert San Donà 10; IM Exchange Viadana 1970 6; HBS Colorno 2; S.S. Lazio Rugby 1927 e Toscana Aeroporti I Medicei 1; Sitav Rugby Lyons 0*

*Una partita in meno

Articolo di Sabato 9 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it