Condividi la notizia

L’INIZIATIVA

Il Comune conferirà la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

A Liliana Segre, senatrice a vita, deportata a soli 13 anni ad Auschwitz, il comune di Occhiobello (Rovigo)  dedicherà un momento importante in una prossima seduta del consiglio

2
Succede a:

OCCHIOBELLO (Rovigo) - L’amministrazione comunale conferirà la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre. Nell’ambito di una prossima seduta del consiglio comunale, la cittadinanza onoraria sarà consegnata a una donna deportata a soli tredici anni nel campo di concentramento di Auschwitz, da cui fu liberata alla fine del conflitto mondiale, nel maggio del 1945, dopo avere visto l’uccisione dei suoi familiari.

“Liliana Segre – spiega il sindaco Sondra Coizzi – ha portato tra i giovani e tra i noi tutti la sua testimonianza e la sua storia dall’alto valore etico affinché nessuno dimentichi e le giovani generazioni siano educate al rispetto e al rifiuto dell’intolleranza”.

Il Comune di Occhiobello si onora di avere come concittadina una senatrice a vita, insignita per gli straordinari meriti in campo sociale, per la sua instancabile e toccante opera di divulgazione, grazie alla quale sono venuti chiari moniti contro i sentimenti di odio e di violenza”.

E’ doveroso – conclude il sindaco Coizzi – richiamare l’attenzione ai valori ineludibili che Liliana Segre rappresenta e condannare i pericoli di squallidi tentativi di revisionismo che rischiamo di correre in questo difficile momento storico”. Nel 2018, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione italiana ha nominato Liliana Segre senatrice a vita “per avere illustrato la patria con altissimi meriti in campo sociale”.

Articolo di Lunedì 11 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it