Condividi la notizia

CULTURA 

Polesine in primo piano attraverso attività artistiche e di volontariato

Laboratori e incontri per valorizzare il paesaggio. Prende il via il progetto promosso da cinque associazioni locali con il Csv Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - Laboratori e performance d'arte, incontri con le scuole, reportage fotografici e video per comprendere come valorizzare il paesaggio del Polesine attraverso attività artistiche e di volontariato. Prende il via il progetto “Cantiere paesaggio”, promosso da cinque associazioni nell’ambito della coprogettazione Cultura del Centro servizi volontariato di Rovigo, con attività nei comuni di Adria, Ariano Polesine, Rovigo e Fratta Polesine.

Iniziano martedì 12 novembre, i laboratori al centro turistico culturale di San Basilio, nel territorio di Ariano nel Polesine. Ieri il primo incontro del ciclo “Paesaggi collettivi”, a cura dell’associazione Leonardo Da Vinci, con l’architetto Nicola Bertuccio, per osservare e percepire emotivamente il paesaggio. I successivi appuntamenti si terranno da febbraio. La stessa associazione cura anche il laboratorio “Pollen”, che comincia sempre martedì sera e che proseguirà questo mese e la prossima primavera: guidati dagli artisti Miranda Greggio e Luigi Milani, i volontari parteciperanno alla realizzazione di un trittico di installazioni d’arte contemporanea. 

Il 25 novembre si inaugura invece il laboratorio “Homo-Humus”, promosso dall’associazione Cantieri culturali creativi. Le esperte di arte ed eventi Romina Zangirolami e Beatrice Pizzardo, accompagneranno i partecipanti nella creazione di una narrazione unica e personale di come viene percepito il paesaggio. In giugno, infine, si terrà l’evento finale e l’inaugurazione delle installazioni. Il programma completo è alla pagina www.csvrovigo.it/cantiere-paesaggio-san-basilio

Intanto hanno preso il via gli incontri con gli studenti, curati dall’associazione Attive Terre: sabato, nell’aula magna del Polo tecnico, l’incontro introduttivo con l’urbanista Alessandro Andreello. Il 23 novembre i ragazzi incontreranno Laura Mosca, direttrice dell’Osservatorio locale paesaggio. Altre due lezioni si terranno in gennaio, sempre dedicate all’identità territoriale e alla pianificazione. 

Al progetto partecipa anche l’associazione Focus, che svolgerà un’opera di documentazione fotografica del territorio e realizzerà un concorso fotografico dedicato al paesaggio rurale, urbano e degradato. I volontari dell’associazione Il Manegium di Fratta Polesine, invece, gireranno un cortometraggio per indagare come il paesaggio viene percepito dai cittadini. 

Articolo di Lunedì 11 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it