Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

La miglior partita di stagione

Giovani e spregiudicati, ma soprattutto con la cattiveria giusta. FemiCz Rovigo che ha vinto il duello con il Calvisano modificando il piano tattico, rispetto al passato. Difficile il recupero di Andrea Menniti-Ippolito per il match con il San Donà

0
Succede a:

ROVIGO - Dopo quattro giornate di campionato, e due di Coppa Italia, la FemiCz Rovigo è ancora imbattuta. Seconda in Top12 dietro al Petrarca Padova, che in avvio di torneo ha avuto un calendario più agevole, ma soprattutto davanti al “Robot” Calvisano che al Battaglini sabato 9 novembre si era presentato da capolista, ed è uscito dal campo con tanti dubbi.

Voglia, grinta, e un po’ di spregiudicatezza, ma soprattutto tanta cattiveria agonistica. I Bersaglieri hanno risposto sul campo alle critiche “giuste” di coach Casellato, dopo il match di Colorno. Una squadra che ambisce a vincere qualcosa, non può permettersi passi falsi contro compagini di seconda fascia. Non è concesso, punto e basta.

“Quello contro il Calvisano è stato il miglior Rovigo da inizio stagione - il commento del direttore generale Roberto Roversi - dopo la prestazione di Colorno ci si aspettava una risposta dalla squadra, ed arrivata nella maniera migliore, una vittoria strameritata contro un grande avversario che ha lottato dal primo all’ottantesimo minuto. La FemiCz Rovigo è riuscita a tenere il campo anche in 14 contro 15 (giallo a Mantovani), non mi resta che fare i complimenti a tutti i ragazzi che hanno giocato, ma anche a quelli se sono stati fuori, ed ovviamente all’allenatore”.

La metamorfosi tattica di Casellato, la mischia dominante, la touche che funziona, tante cose buone quelle messe in campo dai Bersaglieri. Se il gioco spregiudicato contro le “piccole” produce valanghe di mete, contro squadre di pari livello, o superiori, non sempre funziona. Quello messo in campo da Casellato sabato non solo è un piano B di partenza, sfruttando il gioco al piede di Menniti-Ippolito, ma a disposizione sembra avere tutte le lettere dell’alfabeto (tra primo e secondo tempo), in attesa dei rientri dei giocatori indisponibili (Giant, Mienie, Ambrosini, Sironi). Senza un punto di riferimento come il mediano d’apertura (uscito per infortunio al 38’), nella ripresa la FemiCz ha scardinato quella che in campionato è sempre stata una difesa quasi impenetrabile. Da sottolineare la prova del giovane Pomaro subentrato nella ripresa, in prima linea ha fatto vedere i sorci verdi ai quotati avversari.

Il momento dell'infortunio di Menniti-Ippolito contro il Calvisano
Jacques Momberg
L'azione di disturbo in touche di Canali che ha consentito al Rovigo di segnare la seconda meta
In sette contro 8 il pack rossoblù porta a spasso il Calvisano
Andrea Menniti-Ippolito
Il drop di Menniti-Ippolito
L'esultanza di Rossi, Ferro e Barion
Massimo Brunello
Andrea Menniti-Ippolito soccorso dallo staff medico della Rugby Rovigo
Gianmarco Piva
Pomaro e Casellato
Coach Casellato e alle sue spalle Menniti-Ippolito infortunato
Il passaggio decisivo di Matteo Moscardi su Vian per la prima meta rossoblù

Quasi, appunto. l guizzo del figlio d’arte Matteo Moscardi, che assorbe ben due uomini del Calvisano, liberando la “lepre” Vian, e la touche sporcata da Canali (in grande crescita), con Matteo Ferro che usa il piede per la reattività di Piva, sono segnali di una squadra che c’è con la testa, ma soprattutto con le gambe. Una reattività che è mancata al Calvisano di Brunello, incapace di cambiare marcia, ma sempre attaccato al match, come solo le grandi squadre sanno fare. Un primo round vinto che serve per la classifica, per il morale, e soprattutto per un tecnico che avrebbe sofferto, per due settimane, le pene dell’inferno. Primo round che sembrava comunque una finale anticipata, Venditti (poderosa seconda linea del Calvisano) ha qualcosa da dire a Vian, gli animi si scaldano in mezzo al campo, Liperini ha già fischiato la fine delle ostilità da un pezzo, poi il ritorno alla normalità, ma la guerra è solo rimandata.  

Per fortuna c’è la sosta. Alla ripresa del campionato la FemiCz affronterà il San Donà. Se Mienie è alle prese con un problema di schiena (risolvibile con un po’ di terapie), Giant ritornerà a Rovigo ad inizio della settimana prossima. James Ambrosini (problema muscolare), ex di turno, difficilmente potrà recuperare. Grande punto interrogativo per Andrea Menniti-Ippolito. Distorsione al ginocchio, che per fortuna non desta preoccupazione, staff medico della Rugby Rovigo che si è attivato immediatamente per fronteggiare il problema. Qualche grattacapo in più potrebbe arrivare dalla caviglia, nei prossimi giorni sarà sottoposto nuovamente ad esami diagnostici, per calibrare eventuali terapie per il recupero. L'ecografia è andata bene, nei prossimi giorni verrà sottoposto a risonanza magnetica per avere un quadro più completo. Difficilmente sarà possibile verdelo in campo per il match con il San Donà del 1 dicembre, ma bisognerà attendere ancora una settimana per saperne di più.

Opzione Diego Antl pronta all’uso per coach Casellato, ma anche David Odiete in passato ha indossato la maglia numero 10 con il Mogliano. Dalla piazzola Massimo Cioffi ha già dimostrato di saperci fare. Adesso l’obiettivo diventa il Petrarca, e il 1 dicembre la squadra di Marcato dovrà far visita al Mogliano, un cliente difficile quando il terreno è pesante.

Giorgio Achilli

 

Questa la classifica dopo quattro giornate di campionato:

Argos Petrarca 19 punti; FEMI-CZ Rovigo 17; Valorugby Emilia, Fiamme Oro Rugby, Kawasaki Robot Calvisano 16; Mogliano Rugby 1969 15; Lafert San Donà 10; IM Exchange Viadana 1970 6; Sitav Rugby Lyons 4; HBS Colorno 2; S.S. Lazio Rugby 1927 e Toscana Aeroporti I Medicei 1.

Nel prossimo weekend tornerà in scena la Coppa Italia con il quinto turno del Peroni TOP12 in calendario nel weekend 30 novembre/1 dicembre.

Peroni TOP12, V giornata

Sabato 30 novembre ore 15
Kawasaki Robot Calvisano v S.S. Lazio Rugby 1927
HBS Colorno v Toscana Aeroporti I Medicei
Fiamme Oro Rugby v IM Exchange Viadana 1970
Valorugby Emilia v Sitav Rugby Lyons

domenica 1 dicembre ore 15
Mogliano Rugby 1969 v Argos Petrarca
FEMI-CZ Rovigo v Lafert San Donà

Articolo di Lunedì 11 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it