Condividi la notizia

CALCIO PRIMA CATEGORIA

Benasciutti e Reale alla guida del Rovigo 

Roberto Benasciutti e il presidente dell'Over 35, Luca Reale, entrano ufficialmente nel Rovigo. Alessandro Rossetti sarà vicepresidente del settore giovanile 

0
Succede a:

ROVIGO - Inizia una nuova era per il calcio cittadino. L’ingresso ufficiale di Roberto Benasciutti nel Rovigo non è una novità (LEGGI ARTICOLO), lo è invece quello di Luca Reale che sarà il presidente del settore giovanile. 

"Dopo una consulenza con Daniele Simeoni ho deciso di affrontare questo nuovo impegno - spiega Benasciutti - con volontà e amicizia con un gruppo che vuol portare in alto Rovigo". Si punta sui ragazzi: "Penso di fare un settore giovanile molto forte per dare un futuro importante. Bisogna mettere le fondamenta. Andiamo nella stessa direzione, essendo una cosa unica, la prima squadra con il settore giovanile".

"Sono orgoglioso della carica e dell'opportunità che ho colto perché sono convinto che Rovigo abbia bisogno dell'entusiasmo nel calcio - spiega Luca Reale - lo sport più praticato e amato al mondo. Entrare nella società rappresenta un passo importante per me, voglio far tornare  l'entusiasmo ai rodigini".

Lo staff è composto da chi ha vissuto l'epoca dei professionisti. "L'importante è mettercela tutta, avere persone affidabili al mio fianco, per questo ho deciso di puntare su chi conosco bene e ha già vissuto esperienze di calcio professionistico proprio con questi colori".

Alessandro Rossetti, Roberto Benasciutti, Luca Reale, Simone Chiarion.

Per un rodigino doc cosa significa esser responsabile dei colori del calcio della città? "Essere al Rovigo, da rodigino, è motivo d'orgoglio. Questo è un punto di partenza per portare i giovani a ritornare ad innamorarsi del pallone, perché lo sport fa bene, aiuta. I ragazzi, ai quali dico di proseguire al meglio gli studi, poi vivranno con noi, qui al Gabrielli, un momento di aggregazione e amicizia, dove i valori veri ed unici dello sport prenderanno il sopravvento". Fondamentale il vivaio. "Nel percorso di crescita della società vanno evidenziati quelli che abbiamo posto come obiettivi, la crescita del singolo calciatore e della singola calciatrice e del collettivo con tecnici bravi e preparati con patentino idoneo. Sempre per un allargamento di crescita del club intendiamo allargare i rapporti di partnership con altre società polesane anche perché bisogna puntare sui giovani. Il futuro del calcio passa attraverso il settore giovanile senza però dimenticare l'esperienza del calcio elite. Bisogna far tornare l'entusiasmo per il calcio al popolo rodigino".

Novità anche per la figura vicepresidente del vivaio Alessandro Rossetti (già al fianco di Reale con l'Over 35) e per l'arrivo di Simone Chiarion (un ritorno, era già stato responsabile dell'ufficio stampa biancazzurro con Scerra in Serie C). Rossetti e i giovani: "Entro a far parte di questo nuovo gruppo, raccogliendo l'invito di Luca e degli altri dirigenti, per cercare di dare una mano per rilanciare il calcio a livello giovanile nella nostra città. Abbiamo a cuore non solo il calciatore ma anche l'individuo nella sua completezza e formazione". Chiarion e la comunicazione: "In un mondo che viaggia mediaticamente proveremo a far coesistere il campo e la rete... Felicissimo di esser tornato a casa".

Soddisfazione per il presidente Calabria: "Finalmente sono riuscito a fare entrare nel club Reale e i suoi uomini con un incarico importante".

Articolo di Martedì 12 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it