Condividi la notizia

VIGILI DEL FUOCO

Il capoturno Fabio Bellini è andato in pensione 

Dal 1 novembre è in pensione, la riconoscenza dei colleghi, ma soprattutto di tutte quelle persone che ha soccorso in 40 anni di servizio. Fabio Bellini, di Bottrighe (Rovigo), era entrato nei vigili del fuoco a gennaio del 1979

0
Succede a:
Il 31 ottobre l'ultimo giorno di lavoro per Fabio Bellini
Fabio Bellini

ROVIGO - Oltre 40 anni con la divisa dei pompieri addosso. Ad aiutare gli altri, salvare vite, portare soccorso. Anche fuori territorio, quando particolari calamità lo richiedevano. Fabio Bellini, di Bottrighe, è entrato nei vigili del fuoco a gennaio del 1979, come volontario ausiliario, poi da 1° gennaio del 1980 come discontinuo, dal marzo del 1983 come permanente. Poi, una scalata ai vari gradi: caposquadra nel 1995, caporeparto dal 2008, dal 2013 capoturno. 

Ha maturato una grandissima esperienza in varie località del Veneto: da Treviso, a Este, a Chioggia, ad Adria, dove ha comandato il distaccamento locale dei vigili del fuoco, prima di passare a Rovigo, appunto come capoturno. Un professionista le cui competenze si sono sempre accompagnate a un carattere sereno e predisposto al dialogo, ottimale per risolvere situazioni critiche e problemi organizzativi coi quali, quotidianamente, si trova a cimentarsi chi ricopre incarichi di vertice.

Dal 1° novembre scorso, è in pensione. Il suo ultimo turno, un notturno, è finito alla mezzanotte del 31 ottobre. Una serata assieme ai colleghi di una vita, per una festa di saluto e un arrivederci. Non è mancata la commozione, con la consapevolezza, però, di avere sempre fatto del proprio meglio e di avere sempre fatto del bene agli altri.

Qualità umane e professionali, quelle del vigile del fuoco Bellini, che anche il Comando, nel messaggio per il pensionamento, ha voluto riconoscere: "L'alto grado di competenza palesata - si legge - nell'espletamento del proprio servizio, anche in occasione di calamità fuori provincia, e lo sforzo profuso con professionalità, rappresentano sicuramente una conferma delle indiscusse capacità che caratterizzano gli appartenenti al corpo nazionale dei vigili del fuoco".

Articolo di Mercoledì 13 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it