Condividi la notizia

CARABINIERI

Un calendario d’oro per l’Arma dei Carabinieri 

Un pezzo da collezione, presentato ufficialmente dai militari dell’Arma, al comando provinciale di Rovigo, il calendario 2020. Disegni e parole che descrivono l’azione quotidiana dei Carabinieri 

0
Succede a:

ROVIGO - Contemporaneamente in tutta Italia, come all’Eur a Roma, alla presenza del Sottosegretario al Ministero della Difesa Giulio Calvisi e del Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri, è stato presentato il calendario storico e l’Agenda 2020 dell’Arma dei Carabinieri.

Un appuntamento atteso, il calendario è divenuto ormai un pezzo da collezione. Artisti di fama internazionale hanno spesso prestato la loro opera, per quello che non solo è diventato un appuntamento fisso con l’Arma, ma fotografa appieno l’impegno dei militati nel territorio tra le gente, nei mercati, nelle missioni di pace all’estero e con operazioni finalizzate a contrastare la criminalità organizzata. Nato nel 1928, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949, la pubblicazione del Calendario, giunta alla sua 87^ edizione, venne ripresa regolarmente nel 1950 e da allora è stata puntuale interprete, con le sue tavole, della vicinanza dell’Arma ai cittadini e, attraverso di essa, all’Italia.

Al comando dei Carabinieri di Rovigo, il comandante provinciale, tenente colonnello Antonio Rizzi, il tenente colonnello Umberto Caripin e il capitano della compagnia di Rovigo, Giovanni Truglio, hanno presentato il calendario 2020.

Racconta del quotidiano eroismo dei carabinieri, attraverso le tavole realizzate dall’artista Mimmo Paladino, tra i massimi autori contemporanei, celebre esponente della transavanguardia, che ha visto le proprie opere esposte permanentemente in alcuni dei principali musei internazionali, tra cui il Metropolitan Museum di New York, accompagnate da toccanti testi scritti da Margaret Mazzantini, scrittrice di fama mondiale, vincitrice di numerosi premi tra cui lo Strega e il Campiello, che con la sua prosa incisiva ha trasformato vicende reali in toccanti narrazioni.

“Nei rapporti di servizio dell’Arma non ci sono le emozioni che viviamo quotidianamente - ha spiegato il comandate provinciale Antonio Rizzi - in queste tavole invece la giornalista coglie appieno quello che proviamo”.

Emblematico il mese di Aprile. A Spinea, in un supermercato, un ladruncolo viene fermato con dei pennarelli, è un bambino, i genitori non avevano i soldi per acquistare il materiale scolastico per disegnare. Piangeva, i Carabinieri aprono il portafogli, e il loro cuore, e pagano il materiale. Quando lo vanno a trovare a casa il bimbo dice loro che da grande vuole fare il Carabiniere. Questa è l’Arma, vicino alla gente, sempre e comunque, spesso con il cuore in gola, affrontando pericoli e incertezze con figli e mogli a casa che attendono. Un servizio impagabile.

“La copertina in oro rappresenta il servizio silenzioso che svolgiamo giornalmente - ha spiegato il tenente colonnello Umberto Carpin - e la prima medaglia d’oro consegnata ai Carabinieri. Rappresenta il passato il presente e il futuro” 

Nei vari mesi poi vengono descritti i vari interventi, furti, missioni all’estero, salvataggio di animali intrappolati al gelo, reati sessuali, il terremoto, soccorso ad anziani, servizi che i Carabinieri svolgono ogni giorno, per loro è la normalità, ma per le persone salvate è un miracolo. All’interno anche una tavola sul Carosello che rievoca la carica di Pastrengo.

Ma non c’è solo il calendario, ma anche l’Agenda dell’Arma 2020, la prima edizione è del 1979. All’interno il “diario” è su base settimanale, con possibilità di rinvio a un’ampia parte destinata alle note. L’inserto monografico quest’anno è dedicato al tema “Il centenario della Scuola Marescialli e della nascita di Salvo D’Acquisto, l’eroe dell’Arma.  Unite a questo anche un calendario da tavolo, con le foto dei Carabinieri nelle piazze italiane, ed un utile plannig con immagini della banda dell’Arma.

Articolo di Venerdì 15 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it