Condividi la notizia

INTITOLAZIONE ADRIA

Spinello: "Intitolare la piazza ristrutturata di Carbonara a don Nereo Fogato"

Il consigliere di minoranza di Adria (Rovigo) Sandro Gino Spinello proporrà nel prossimo consiglio comunale di intitolare la piazza antistante la chiesa del Cristo Divin Lavoratore a don Nereo Fogato, che per tantissimi anni ne è stato il parroco

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Ho colto positivamente la scelta della giunta di risistemare il piazzale antistante la chiesa del Cristo Divin Lavoratore nel quartiere Carbonara (LEGGI ARTICOLO)". Così il consigliere di minoranza Sandro Gino Spinello, che racconta poi: "Questo fatto credo possa essere l’occasione per concretizzare la proposta che Matteo Stoppa fece al consiglio comunale  nella seduta del 30 ottobre 2012 quando commemorando monsignor Nereo Fogato, venuto a mancare da poco, propose di individuare un luogo all’interno del quartiere che ne  ricordasse la figura".

Proseguendo: "Mi pare che dedicargli il piazzale davanti alla “sua” chiesa di cui fu parroco per quarantasette anni sia quasi un atto dovuto". "Don Nereo Fogato è stata la figura che più si è identificata con il quartiere in un ruolo di guida riconosciuto ben oltre la sua stessa funzione pastorale". "Come ha detto Matteo Stoppa in quel consiglio mons. Fogato è stato “un costruttore in primis della chiesa, della canonica, della scuola materna e poi del centro  parrocchiale di Cengiaretto che ad oggi rimane l’unico spazio comunitario della zona visto che il pubblico non ha mai provveduto a realizzarne uno di questo tipo“.

"Personalmente ricordo la sua profonda soddisfazione,  nel giorno, era il 1982,  in cui finalmente  venne inaugurato il ponte “Beniamino Gigli” che univa due quartieri della sua parrocchia, carbonara con borgo XXV luglio, Cengiaretto e via Di Vittorio e Brodolini, fino ad allora separati dal Canalbianco".

Concludendo: "Praticamente dagli inizi degli anni '60 tutte le generazioni sono cresciute attorno a quelle strutture; Don Nereo fu anche e soprattutto un “formatore” , un “educatore”, grazie a lui sono nate e continuano la loro attività importanti esperienze non solo di carattere religioso ma anche sociale, culturale e civile. Intitolare a lui il piazzale appena risistemato credo sia un atto di giusta gratitudine per la sua attività a favore di tutti i residenti di questa parte di città". "In una prossima riunione della consiglio chiederò che questa mia proposta sia fatta propria da tutta l’amministrazione comunale".
 
Articolo di Domenica 17 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it