Condividi la notizia

MOTORI

Il meteo ha concesso un tregua per le finali di Wsk

Finale di stagione alla Wsk Final Cup ad Adria (Rovigo) con le vittorie di Lundberg (S – Luxor-TM KZ2), Hiltbrand  (E – Tony Kart-Vortex OK), Antonelli (I – KR-Iame OKJ) e Matveev (RUS – Energy-TM 60 Mini).

0
Succede a:

ADRIA (RO) - Adria si è conclusa domenica 17 novembre la stagione WSK 2019 con la WSK Final Cup. L’alternarsi delle condizioni meteo ha creato una difficoltà in più ai piloti che all’Adria Karting Raceway hanno portato a termine la WSK Final Cup. Per la fase finale, nell’evento che ha concluso la 14. stagione di gare per WSK Promotion, il cielo di Adria ha concesso un’apertura, che ha consentito lo svolgimento delle gare su fondo asciutto. Si va ora al 2020: primo evento a Adria il 20 gennaio, con la WSK Champions Cup.

Lo svedese Douglas Lundberg (Luxor-TM-Bridgestone) ha atteso metà gara, in Finale KZ2, per andare in testa, a spese del francese Jean Nomblot (SodikKart-TM) e del toscano Lorenzo Giannoni, fino a quel momento nei primi due posti. Ottima prestazione per il padovano Leonardo Bizzotto (Formula K-TM), precipitato in fondo al gruppo dopo una complicata partenza, e per il britannico Harry Thompson (KR-Iame), scattato dall’ultima fila: i due hanno recuperato fino a salire sul podio, rispettivamente secondo e terzo alle spalle del vincitore Lundberg. Poca fortuna per il bresciano Matteo Zanchi (GP-TM), vincitore della Prefinale, scivolato indietro al 6. posto.

Un fulmineo scatto al via, dalla quinta fila, ha favorito lo spagnolo Pedro Hiltbrand, che dopo aver recuperato ancora posizioni ha infine scavalcato il leader Lorenzo Travisanutto (entrambi su  Tony Kart-Vortex-Bridgestone), che aveva vinto in Prefinale A. Il friulano, non più imbattibile come nella fase di qualifica, ha poi ceduto anche all’altro compagno di team, il britannico Joseph Turney, per concludere in queste posizioni dietro il vincitore Hiltbrand, visibilmente commosso a fine gara per il ritrovato successo. Gran recupero, dopo una partenza difficile, per il vincitore della Prefinale B Hugo Sasse (Parolin-TM), risalito in 8. posizione.

Nikita Bedrin (Tony Kart-Vortex-Vega) è rimasto davanti a  Andrea Kimi Antonelli (KR-Iame) nei primi giri in Finale OKJ, prima di cedere all’avversario dopo poche tornate. Da quel momento, Antonelli, in mattinata vincitore della Prefinale A, ha accumulato un vantaggio incolmabile, fino a tagliare per primo il traguardo. Dietro Bedrin, secondo, il polacco Tymoteusz Kucharckzyk (Parolin-TM) è salito sul podio in rimonta dalla 7. posizione in partenza, scavalcando l’americano Ugo Ugochuckwu (FA Kart-Vortex) nel finale. Robert De Haan (Energy-TM), che aveva vinto in Prefinale B, non è entrato nella lotta per la vittoria perché scivolato indietro al via. L’olandese ha poi recuperato, concludendo sesto.

Articolo di Domenica 17 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it