Condividi la notizia

CRIPTOVALUTE

Comprare Bitcoin: fondamentali solidi ma opinioni contrastanti

Il Bitcoin è diventato molto famoso e la maggior parte delle persone pensa che con questa criptovaluta si possano fare soldi facile, anche se non è del tutto vero.

0
Nonostante il Bitcoin sia ancora nel mirino degli investitori, l'opinione di Jean-Claude Trichet, ex Presidente della Banca Centrale Europea, è del tutto negativa. L'uomo ha infatti rilasciato delle dichiarazioni durante la conferenza Caixin, tenuta la scorsa settimana a Pechino. Secondo Trichet, il BTC non possiede le caratteristiche di una valuta, ma è solo uno strumento puramente speculativo.
L’ex presidente della Banca Centrale Europea si scaglia anche contro il progetto Libra di Facebook. Trinchet afferma di preferire di gran lunga i Diritti Speciali di Prelievo (DSP) distribuiti dal Fondo Monetario Internazionale.  Il valore dei DSP, infatti, viene supportato da una marea di valute tradizionali. Come sostiene anche Mario Draghi, il mondo potrebbe abbandonare il denaro fisico ma le criptovalute non sono la giusta strada da seguire.
 

Investire in Bitcoin: lo scenario resta interessante

Le opinioni di Trinchet sono in contrasto con la struttura tecnica del Bitcoin e il sentiment positivo del mercato. Questi sono segnali che spingono nella direzione di una continuazione del rialzo da qui ai prossimi mesi. Poiché i fondamentali sono solidi e improntati all’ottimismo, non ci sono ragioni per ipotizzare un ribasso strutturale, se non di natura speculativa.
A rendere il quadro interessante è la licenza ottenuta da una società cinese per la realizzazione di un exchange di criptovalute. L’approccio della Cina è radicalmente mutato nei confronti delle valute digitali. La mossa cinese va contestualizzata anche all’interno della guerra commerciale USA-Cina. Gli Stati Uniti, infatti, stanno già interferendo con Libra e Gram.
Il Bitcoin ha svestito ormai definitivamente i panni di solo asset speculativo per vestire quelli di moneta di scambio e asset per la riserva di valore. Da questo deriva un cambio di mentalità da parte degli investitori.  Si è di fronte a un mutamento radicale nel rapporto e nell’equilibrio tra la domanda e l’offerta del Bitcoin nel medio-lungo termine. Questo potrebbe portare anche all’aumento del valore della criptovaluta.
 

Comprare Bitcoin: come evitare truffe

Il Bitcoin è diventato molto famoso e la maggior parte delle persone pensa che con questa criptovaluta si possano fare soldi facile, anche se non è del tutto vero. Dall’altra parte ci sono gli exchange, cioè siti dove è possibile comprare Bitcoin. Questi siti a volte non sono regolamentati e quindi spesso nascondono vere e proprie truffe. Se invece sono affidabili, le commissioni sono molto elevate.
E’ bene, prima di investire in questa valuta digitale, informarsi su come comprare bitcoin. Uno dei modi migliori è affidarsi a broker regolamentati CONSOB. Le migliori piattaforme di investimento online si basano sul trading CFD. Con questi strumenti derivati, il trader riesce a guadagnare sia quando il valore del Bitcoin sale sia quando scende.
Gli exchange sono sconsigliatissimi soprattutto per quanto riguarda le carte di credito. Molte persone infatti effettuano il pagamento con Paypal. Questo sistema garantisce che il numero della propria carta di credito non sia messo all’asta su qualche forum hacker russo o cinese. Se invece si utilizzano piattaforme sicure, è possibile comprare Bitcoin anche con la propria carta di credito.
Per usufruire delle piattaforme per il trading, bisogna necessariamente registrarsi. Questo è un fattore che aumenta la sicurezza di un certo broker. La piattaforma di trading eToro, ad esempio, è stata una delle primissime piattaforme di trading a offrire il trading con i CFD del Bitcoin. Il broker ha anche introdotto il primo Crypto Wallet, un portafoglio che consente di ricevere ed inviare criptovalute.
Nelle banche non è ancora possibile comprare Bitcoin. Sono abbastanza lente riguardo l’integrazione delle criptovalute o l’adozione di nuove tecnologie. Inoltre hanno delle commissioni di trading altissime. Se tra qualche anno sarà possibile comprare Bitcoin nelle banche, non sarà di sicuro il modo più conveniente per gli investitori.
Articolo di Martedì 19 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Rubriche

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it