Condividi la notizia

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

Valeria Mantovan rassicura i pescatori del Delta: La sentenza ligure è altra cosa

Per la consigliera di Fratelli d'Italia per i diritti esclusivi non si applica loro la direttiva Bolkestein perchè sono da considerarsi come oggetto di diritto privato

0
Succede a:
PORTO VIRO (Rovigo) - La consigliera provinciale di Rovigo Valeria Mantovan (FdI) invita i pescatori del Delta a stare tranquilli: "questa sentenza (LEGGI ARTICOLO) non è una novità e non aggiunge niente di nuovo a quello che già si sapeva, ovvero che le proroghe automatiche previste dalla Legge di Bilancio per le concessioni demaniali sono sempre state contrarie alla direttiva Bolkestein anche se di prassi conune in tutta Italia".

Mantovan, che aveva anche votato contro le revoca in autotutela della proroga della concessione dei diritti esclusivi di pesca (LEGGI ARTICOLO), invita anon generare allarmismi perché  "i diritti esclusivi sono cosa diversa dalla concessione demaniale e che anzi sono da considerarsi come oggetto di diritto privato, e in quanto tali, non si applica loro la direttiva Bolkestein. Inotre, sempre a detta delle sezioni unite della Cassazione, possono anche essere affidati con un atto diretto da parte della Provincia se la proroga dovesse dichiararsi illegittima nel caso di specie".

La consigliera provinciale di Fratelli d'Italia sottolinea poi che il fatto oggetto della sentenza sarebbe molto diverso e distante dalla realtà della provincia di Rovigo. "Nel caso della Liguria vi erano più soggetti economici titolati a concorrere, nel nostro caso, invece, abbiamo un unico interlocutore economico che è il Consorzio cooperative pescatori di Scardovari. Questo terrorismo mi sembra più che altro dettato da motivi politici di una certa parte della politica che mal digerisce la brutta figura che la dirigenza della Provincia ha fatto intorno a a questa vicenda".

"Resta il fatto che, come detto nell’ ultimo consiglio provinciale sulla pesca - conclude Mantovan - visto che l’appetito su questa vicenda è grande, e me ne convinco sempre di più, cercheremo di trovare una soluzione a livello nazionale con i consiglieri provinciali “ribelli” e con i parlamentari di tutte le forze politiche che vorranno starci".
Articolo di Giovedì 21 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it