Condividi la notizia

DISASTRO PORTO TOLLE

Il governo è con i pescatori: il sottosegretario Martella in visita alla sacca di Scardovari

Dopo il ministro D'Incà e il governatore del Veneto Luca Zaia, anche il sottosegretario Andrea Martella ha fatto un sopralluogo a Scardovari (Rovigo) per rendersi conto dell'accaduto e portare la voce di tutto il governo

0
Succede a:
SCARDOVARI (Rovigo) - Nel pomeriggio di venerdì 22 novembre il sottogretario Andrea Martella si è recato presso il consorzio cooperative pescatori del Polesine per visionare la situazione del disastro che si è creato nella sacca di Scardovari. Ad accompagnarlo sono stati: il consigliere regionale Graziano Azzalin, la vicesindaco di Porto Tolle Silvana Mantovani, il prefetto Maddalena De Luca e il questore Raffaele Cavallo, oltre alla protezione civile di Porto Tolle e il prediente del consorzio dei pescatori Luigino Marchesini. 



Dopo aver spiegato attentamente quale fosse il lavoro dei pescatori di cozze, vongole e ostriche rosa, Marchesini ha specificato cosa fosse successo la notte del 13 novembre scorso e come i pescatori si fossero subito rimboccati le maniche per tornare a lavorare (LEGGI ARTICOLO). Successivamente tutti si sono spostati nella sala conferenze della cooperativa pescatori Delta Padano, dove è stata il vicesindaco Silvana Mantovani a introdurre la conferenza, con gl'interventi del prefetto De Luca e del presidente del consorzio Marchesini, i quali hanno sottolineato in primo luogo i gravi problemi che ha portato questo disastro, ma soprattutto alla forza di tutti gli addetti ai lavori nel rialzarsi e ricominciare. 

"Voglio ringraziare in primo luogo il presidente del consorzio perchè in questa maniera voglio essere vicino a tutti quesi pescatori che hanno visto spazzare via il proprio luogo di lavoro". Così il sottosegretario Andrea Martella, che commenta poi: "Io sono di Venezia e so bene cosa vuol dire tutto questo disastro; ma vi dico che in questo momento tutte le forze politiche sono unite in questo momento veramente delicato". 

"Sottolineo il fatto che in primo luogo è importante che tutto sia comunicato nel miglior modo possibile dalla Regione a noi, in maniera tale da poter essere più tempestivi possibile; secondarimanete creare una progettualità che porti a prevenire questi eventi e soprattutto avere delle strutture importanti; inoltre è indispensabile che tutti i lavoratori ricomincino al più presto a lavorare per non perdere la campagna di cozze 2020, quindi bisogna fare presto perchè il lavoro deve continuare l'economia non si deve fermare". 
Articolo di Venerdì 22 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it