Condividi la notizia

SCUOLA EDILE ROVIGO

Percorso formativo con attività di recupero della Chiesa rodigina

Al via i corsi di restauro lapideo in collaborazione con la Curia vescovile della Diocesi di Adria e Rovigo. I primi interventi nella Chiesa di San Antonio Abate (detta San Domenico) in via X Luglio

0
Succede a:

ROVIGO - La Scuola Edile di Rovigo in collaborazione con la Curia Vescovile della Diocesi di Adria – Rovigo ha intrapreso un percorso formativo rivolto alle varie fasce di operatori del settore che li vede impegnati in attività di recupero, pulizia e restauro lapideo architettonico. Il primo corso vede impegnati sia gli allievi del triennio per la qualifica di Operatore Edile che le maestranze delle imprese polesane, in un intervento di pulitura dei marmi e delle loro cornici poste nel perimetro della Chiesa rodigina di San Antonio Abate (detta di San Domenico).

“Consiste in una prima pulitura – afferma la Docente Francesca Cestarollo – con acqua demineralizzata e vapore, con successivi impacchi ripetuti di sepiolite. Successivamente segue la fase di rimozione degli impacchi e di risciacquo. Se necessari interventi integrativi con come finitura protettiva con cera microcristallina”.

“Abbiamo aderito all’iniziativa con favore – ha dichiarato il Vicario Generale Don Damiano Furini – e sono contento della possibilità che operatori e studenti del settore possano fare esperienze sul campo di pulitura di elementi architettonici che appartengono a qualche nostra chiesa cittadina. La collaborazione poi con la scuola professionale edile dà la possibilità concreta agli studenti, appartenenti anche ad altre religioni, di entrare in contatto il patrimonio religioso cristiano all’interno di tirocini formativi specifici”.

“Abbiamo riscontrato un estremo interesse sia fra i nostri giovani allievi che fra gli operatori esperti – afferma il responsabile della scuola Nicola Raisi – e la contaminazione fra le future maestranze con i capi cantiere e gli operatori rappresenta un importante momento di confronto fra generazioni che amano il loro lavoro e vedono i risultati diretti della propria opera. L’attività in San Domenico ci ha poi riservato una graditissima sorpresa: Don Dante Bellinati è stato il fondatore della prima Scuola Edile a Rovigo negli anni ’50.”

Per Assistedil la formazione e la sicurezza rappresentano lo scopo dell’Ente bilaterale.

“Formazione intesa come preparazione culturale generale e di cantiere – come afferma il presidente Girardello – dove le nuove tecnologie, legate al risparmio energetico ed ai nuovi materiali vanno a braccetto con il recupero del patrimonio architettonico di cui il nostro Paese è ricco”

“Sicurezza come aspetto fondamentale – gli fa eco il vice presidente Gino Gregnanin - non solo come patrimonio formativo di tutti i nostri operatori ma come ragione di vita dell’Ente. Nel corso dell’ultimo esercizio abbiamo formato oltre 700 persone per circa 5.400 ore di formazione erogate.”

Articolo di Venerdì 22 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it