Condividi la notizia

CONTRATTO DI COSTA

A Jesolo si sono riuniti i comuni del contratto di costa

Nella pomeriggio di venerdì 22 novembre si sono riuniti i comuni del contratto di costa, che comprende da Bibbione a Porto Tolle (Rovigo) per discutere degli ultimi eventi ambientali calamitosi con l'assessore regionale Gianpaolo Bottacin

0
Succede a:
JESOLO (Venezia) - Riunione importante a Jesolo lo scorso venerdì 22 novembre tra i rappresentanti dei comuni che fanno parte del contratto di costa per palrare delle calmità che sono avvenute in questo ultimo periodo in tutto il territorio costiero veneto. 

Nello specifico erano presenti il sindaco e vicesindaco di Rosolina, Vitale e Grossato, l'assessore Mantovan di Porto Viro e il sindaco di Porto Tolle Roberto Pizzoli, oltre ai comuni di Bibbione, Jesolo, Caorle, Cavallino Tre Porti e Chioggia. 

Tutti insieme all'assessore regionale Gianpaolo Bottacin hanno chiarito la situazione attuale, con i comuni che hanno fatto una loro relazione e allo stesso tempo Bottacin ha specificato come la Regione si sta muovendo con l'apertura dello stato di crisi e il fatto che si stia aspettando che il presidente del consiglio Conte e il suo governo aprano lo stato di calamità naturale. 

La speranza dei comuni colpiti dal maltempo è che venga attuata una proceduta come quella della tempesta Vaia, con la copertura di tutti i danni per attività e privati, oltre alle deroghe a livello urbanistico e di rifiuti. Inoltre è stato chiesto che la Regione si faccia porta voce per chiedere allo stato che vengano fermati i mutui per chi è stato colpito dalla calamità, oltre ai costi delle concessioni demaniali. 

Insomma, tutto in divenire, ma le proposte ci sono state, ora si vedrà il seguito di questa situazione e come Regione e Governo risponderanno. 
Articolo di Sabato 23 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it