Condividi la notizia

POLITICA REGIONALE

Traditi dai partiti nazionali, i Veneti si organizzano

Fabio Benetti ed Emanuela Munerato continuano nella azione informativa per il Partito dei Veneti. 500 euro al secondo di mancati trasferimenti al Veneto impongono la necessità di seguire la via dell'autogoverno

0
Succede a:
ROVIGO - I partiti nazionali hanno fallito, motivo per cui i Veneti provano a darsi una guida. Dal punto di vista organizzativo il Partito dei veneti, che sabato 30 novembre a Lendinara si presenterà ufficialmente alla provincia di Rovigo, ha trovato nell'ex coordinatore comunale di Rovigo della Lega Fabio Benetti il referente provinciale, mentre come guida politica la già deputata, ma anche senatrice, Emanuela Munerato.

Continua quindi la presenza del gazebo informativo del Partito dei Veneti lungo via Maddalena, tra le due piazze cittadine, per distribuire materiale informativo circa l'appuntamento di sabato 30 a Lendinara (LEGGI ARTICOLO), così come le finalità del partito, ma anche raccogliere adesioni. "Il Veneto è impossibilitato a fare le riforme necessarie per il suo ammodernamento - affermano - i nostri Comuni sono alla fame e i giovani costretti ad emigrare per l'assenza di prospettive economiche. E' arrivato il momento di dire basta".

Con l'hashtag #TsunamiVeneto a Lendinara il Partito dei Veneti vuole denunciare il fallimento dei partiti nazionali, visto che Roma "ruba" 500 euro al secondo di mancati trasferimenti al Veneto, e tracciare il percorso verso l'autogoverno della Regione.
Articolo di Martedì 26 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it