Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

I Bersaglieri rischiano, ma nel finale recuperano con la mischia

La FemiCz Rovigo vince all’ultimo minuto contro il San Donà 14-13 un match complicato. Poderosa prestazione dei primi otto uomini (cambi inclusi) che dominano la partita. Mete di Michelotto e capitan Ferro

0
Succede a:

ROVIGO - Esordio migliore non ci poteva essere per il pilone argentino Leiger e per la seconda linea sudafricana Giant. Una partita complicata per la FemiCz Rovigo, con James Ambrosini che accusa un problema muscolare già nel primo tempo, sbagliando anche un piazzato agevole, ed un terreno di gioco che non favorisce il Casellato pensiero, impedendo alla cavalleria leggera di sfruttare la velocità, riuscendo di rado a guadagnare la linea del vantaggio.

Ci ha pensato una mischia poderosa, primi otto uomini che hanno dominato il match per tutti gli 80 minuti. Una superiorità schiacciante, resa ancora più evidente nella ripresa. Ad un minuto dalla fine mischia sui cinque metri del San Donà, rossoblù che negli ultimi cinque minuti avevano anche mancato la meta per un soffio, con una serie di percussioni a ridosso del palo. Spinta poderosa a sessanta secondi dalla fine, che ha consentito a capitan Matteo Ferro, slittato a numero 8 dopo l’ingresso di Mtyanda in seconda linea, di marcare la meta della vittoria, convertita agevolmente da David Odiete, l’unico piazzatore rimasto a disposizione (Menniti-Ippolito è ai box per un infortunio e Cioffi è squalificato).

Match avaro d’emozioni, se non nel finale, con in tribuna anche il Prefetto Maddalena De Luca, il comandante provinciale dei Carabinieri Antonio Rizzi, il Questore Raffaele Cavallo, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Dario Guarino e il sindaco Edoardo Gaffeo al fianco del patron Zambelli.

leggi le parole di coach Casellato
leggi le parole di Zambelli, Odiete e Michelotto

Una partita difficile quella contro il San Donà, come da previsione. Sabato 30 novembre la squadra di Craig Green ha rischiato di portare a casa uno scalpo pregiato. Più presente nei punti d’incontro, ogni volta che ha passato la metà campo ha portato a casa dei punti. Nonostante il divario in mischia, gli ospiti sono riusciti a mantenere basso il ritmo di gara, difendendosi egregiamente dalle poche folate dei rossoblù, prive anche di Diego Antl. 

Di Ferro la meta della vittoria della FemiCz Rovigo contro il San Donà
Mischia decisiva anche nella prima meta di Michelotto
Tante le autorità presenti al Battaglini accanto a Zambelli il Prefetto Maddalena De Luca
Ottimo esordio per l'argentino Leiger entrato negli ultimi 20 minuti
D'Amico, Nicotera e Giant subentrati nella ripresa
Nel finale i Bersaglieri provano a sfondare in ogni modo
Non la meglio Ambrosini dalla piazzola non è preciso
James Ambrosini
Buon rientro per Marcello Angelini
Matteo Canali in touche
Coach Umberto Casellato nel finale di gara visibilmente preoccupato
Il giovane Citton
La delusione del San Donà sconfitto nel finale
Esordio con vittoria per Giant
L'esultanza di Canali, Pavesi e Leiger
L'esultanza dei Bersaglieri
Capitan Matteo Ferro
L'ingresso in campo di Leiger e Giant
Lisciani colpito al volto ha dovuto lasciare il campo
La meta di Michelotto
Fabio Michelotto
Matteo Moscardi
Matteo Moscardi
David Odiete
Ruggeri in touche
L'ottimo Ruggeri

In avvio è la FemiCz Rovigo ad avere una ghiotta occasione. Al 10’ i rossoblù rinunciano al tentativo da tre punti, cercando il bersaglio grosso. Penaltouche che non viene sfruttato a dovere, ma è solo questione di tempo. Mischia sui cinque metri del San Donà, i rossoblù spostano letteralmente la formazione avversaria consentendo a Fabio Michelotto di marcare per la prima volta in Top12. Ben fatto.

Un diligente San Donà, alla ripresa del gioco, accorcia le distanze della piazzola con Lyle che sfrutta l’indisciplina rossoblù. James Ambrosini al 25’ ha la possibilità di allungare dalla piazzola, ma da posizione centrale, da circa 35 metri, sbaglia. Evidentemente non è ancora al top, rientrava proprio sabato da un lungo e problematico infortunio muscolare. La fotografia del match al 40’ del primo tempo. Calcio di punizione per il Rovigo abbondantemente all’interno della metà campo del San Donà, Citton si incarica di trovare una comoda touche, per giocare l’ultima azione del primo tempo. Il giovane mediano di mischia svirgola l’ovale che prende una traiettoria interna e il San Donà riesce a calciare in rimessa laterale, chiudendo la prima frazione sul 7-3. Evidentemente non era giornata.

Ripresa che parte subito male per la FemiCz Rovigo, il San Donà guadagna un calcio di punizione ed accorcia le distanze ancora con Lyle, 7-6. Nei minuti finali tutto il match. La FemiCz perde Lisciani per infortunio (colpo al volto), ma Casellato ha finito i cambi. Bersaglieri che giocano gli ultimi 18 minuti in 14 contro 15, il San Donà è bravo a sfruttare un cattivo posizionamento dei Bersaglieri, e passa in vantaggio con una meta di Iovu, trasformata dall’infallibile Lyle (7-13).

Sembra finita, invece la FemiCz Rovigo tira fuori gli attributi, quelli già evidenziati contro Fiamme Oro e Calvisano. Penaltouche negli ultimi cinque minuti, Giant svetta, palla in cassaforte e Bersaglieri che provano a sfondare. Rossoblù che cercano il pertugio giusto, ma sbattono contro una difesa quasi impenetrabile. All’ultimo minuto la mischia vincente, e la meta di capitan Matteo Ferro che toglie le castagne dal fuoco, Odiete trasforma da posizione agevole (14-13).

Giorgio Achilli

 

Rovigo, Stadio Battaglini – sabato 30 novembre ore 15
Peroni TOP12, V giornata
FEMI-CZ Rovigo vs Lafert San Donà 14-13 (7-3)

Marcatori: p.t. 13’ m. Michelotto tr. Ambrosini (7-0), 16’ c.p. Lyle (7-3); s.t. 42’ c.p. Lyle (7-6), 67’ m. Iovu tr. Lyle (7-13), 78’ Ferro tr. Odiete (14-13)

FEMI-CZ Rovigo: Odiete, Mastandrea, Moscardi (57’ Modena), Angelini, Lisciani (5’ Barion, 14’ Lisciani), Ambrosini (41’ Barion), Citton (41’ Piva), Michelotto (60’ Mtyanda), Vian, Ruggeri (57’ Liut), Ferro (cap.), Canali, Pavesi (47’ D’Amico), Cadorini (47’ Nicotera), Pomaro (60’ Leiger).
All.Casellato

Lafert San Donà: Lyle (68’ Dell’Antonio); Reeves, Schiabel, Iovu, Bronzini, Kats, Petrozzi (77’ Francescato), Catelan, Derbyshire (cap), Carraretto (63’ Bacchin, 71’ Boscain); Mozzato, Ortega; Ros (40’ Chalonec), Meachen, Zanusso (40’ Ceccato)A disposizione: Pasqualella, Ceglie.
All. Green

Arb. Andrea Piardi (Brescia)
AA1 Clara Munarini (Parma), AA2 Francesco Russo (Milano)
Quarto Uomo:Ruggero Rho (Milano)

Calciatori: Ambrosini (FEMI-CZ Rovigo)1/2, Odiete (FEMI-CZ Rovigo) 1/1 ; (Lafert San Donà) Lyle 3/3
Cartellini:76’ giallo a Mozzato
Note:Circa 10° campo in buone condizioni. Presenticirca 1100 spettatori.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 4 ; Lafert San Donà1
Man of the Match: Scott Lyle (Lafert San Donà)

Rugby Top12 - V giornata di campionato:

Kawasaki Robot Calvisano v S.S. Lazio Rugby 1927 40-10 (5-0)
HBS Rugby Colorno v Toscana Aeroporti I Medicei 10-46 (0-5)
Fiamme Oro Rugby v IM Exchange Viadana 1970 31-27 (5-1)
Valorugby Emilia v Sitav Rugby Lyons 40-20 (5-0)
FEMI-CZ Rovigo v Lafert San Donà 14-13 (4-1)

Domenica ore 15 
Mogliano Rugby 1969 v Argos Petrarca 19-9 (4-0)

Questa la classifica dopo cinque giornate di campionato:

Kawasaki Robot Calvisano, Fiamme Oro Rugby, Valorugby Emilia, FEMI-CZ Rovigo 21 punti; Argos Petrarca 19; Mogliano Rugby 1969 19; Lafert San Donà 11; Rugby Viadana 1970 7; Toscana Aeroporti I Medicei 6; Sitav Rugby Lyons 4; HBS Colorno 2; S.S. Lazio Rugby 1927 1

 

 

 

 

 

Articolo di Sabato 30 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it