Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

Tre indizi fanno una prova

Prima meta con la maglia della FemiCz Rovigo per Michelotto, Zambelli plaude alla prestazione di Leiger e  Giant, David Odiete evidenzia il carattere della squadra 

0
Succede a:

ROVIGO - Partita di grande sostanza quella del pacchetto di mischia della FemiCz Rovigo, contro un San Donà ostico e cinico (14-13 il finale). Un successo maturato nel finale, ma i primi otto uomini hanno dominato largamente. Prima meta in rossoblù per Fabio Michelotto, dopo diverse stagioni con la Borsari Badia in Serie A il salto di qualità, e il ragazzo ha dimostrato di meritarselo. Con il numero otto sulle spalle, Michelotto ha aperto le marcature dei Bersaglieri nel primo tempo “La mia prima meta in rossoblù. sono contentissimo, ma è stato merito di tutto il pacchetto, io ho solo concretizzato. Vittoria difficile, partita molto fisica, ma l’abbiamo portata a casa, ed è quello l’importante”.

Ha sudato freddo in tribuna il patron Zambelli, seduto al fianco del Prefetto di Rovigo, Maddalena De Luca “È stato più difficile del previsto, che più difficile di così non si poteva. Non so come abbiamo fatto a prendere quella meta, che è arrivata nel momento meno opportuno.  È stata una partita difficile, anche sfortunata per certi versi, perché non abbiamo mai avuto un rimpallo favorevole. Vincere all’ultimo minuto è sempre qualcosa che crea emozione, speriamo che sia il segnale”.

David Odiete
Fabio Michelotto
Scott Lyle man of the match premiato da Zambelli
L'esultanza della FemiCz per meta finale di Ferro

Leiger e  Giant che hanno fatto subito vedere il loro valore, venti minuti importanti, pur essendosi allenati poco con i compagni “Sono stati determinanti negli ultimi due minuti. Siamo contenti per questo”. Sulla partita Zambelli è onesto “Se avessero vinto loro non ci sarebbe stato molto da dire, mi spiace per il San Donà che era venuto qua per vincere”.

“Collettivamente, per iniziare dalla cosa più importante, siamo stati bravi perché stiamo ancora cercando di mettere in campo quanto provato in settimana, però stiamo dimostrando carattere in partite come queste, come contro il Colorno, come Calvisano. Vogliamo assolutamente vincere tutte. Individualmente sono contento - spiega David Odiete - era una responsabilità perché dopo una partenza sprint con le due di Coppa Italia, ho avuto difficoltà personali tra un lutto in famiglia prima delle Fiamme Oro e poi la Laurea. Anche se siamo giocatori e dobbiamo essere in campo sempre, in realtà da fuori non si vede che dietro alle divise da gioco ci sono delle persone. Per cui sono contento che oggi sia andata bene, sono riuscito a preparare la settimana con tranquillità e spero di ritornare a esplodere rugbisticamente come sempre, gioco permettendo. Va bene anche davanti, se ci divertiamo tutti va bene anche farmi giocare davanti (nella ripresa ha giocato mediano d’apertura dopo l’infortunio ad Ambrosini, ndr). Oggi è stata dura”.

Tre indizi fanno una prova. Terzo successo sul fino di lana per la FemiCz Rovigo in campionato. Durante la stagione servono anche vittorie di questo tipo.

Giorgio Achilli

Articolo di Sabato 30 Novembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it