Condividi la notizia

CULTURA

Estro e talento, il pubblico ha gradito [VIDEO]

Al teatro Ballarin di Lendinara (Rovigo) apprezzata proposta della Compagnia gli Ipocriti con il Misantropo di Molière

0
Succede a:

LENDINARA (RO) - Il Misantropo, capolavoro di Molière proposto dalla ‘Compagnia gli Ipocriti’ è approdato sabato 30 novembre al teatro Ballarin nel secondo appuntamento della stagione teatrale 2019/2020, in due atti perennemente in bilico tra commedia e tragedia, per la regia di Nora Venturini.

Interpretando le due figure scolpite da Molière, Giulio Scarpati (l’incontentabile Alceste) e Valeria Solarino (la bella e civettuola Celimene) hanno fornito prova di un buon affiatamento artistico nel rappresentare una coppia sentimentalmente impossibile e, per certi versi, moderna: non si capiscono ma si amano, protervi nel non cedere alle richieste dell’altro, indisponibili a rinunciare alle proprie scelte di vita, in perenne conflitto tra loro. Insomma l’incarnazione degli eterni dilemmi psicologici e sentimentali della coppia. Il grande specchio che incombe sulla scena, dietro le cui tende s’intravvede la compagnia prepararsi per la rappresentazione e i cambi, suggerisce una riflessione: potremmo guardaci allo specchio intravvedendo qualcosa di noi e, nei loro difetti, ritrovarci a turno e riconoscerci ridendone.

Convincente è parso il Filinto di Blas Boca Rey (altro volto prestato dalla televisione) ma anche gli altri comprimari sono piaciuti, sfoggiando estro e talento nelle pompose apparizioni del borioso Oronte e nei gustosi siparietti dei marchesini Acaste e Clitandro.

Volendovi trovare uno Scarpati non del tutto convincente e una performance complessiva incapace d’infiammare, qualche critico (nel corso della lunga tournee) ha commentato che “L’arte può essere un mestiere ma se il teatro dimentica di essere ricerca, accontentandosi della produzione e dei nomi di richiamo, la sua vita è breve”. Almeno sabato sera, nei 120 minuti dello spettacolo, gli oltre 400 spettatori paganti non sembrano esserne accorti a giudicare dagli applausi e dai commenti a caldo.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Domenica 1 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it