Condividi la notizia

CONCORSO NAZIONALE

"Gita sul Po" di Gian Prina Manet vince il premio Via Ruzzina 2019

Tanti i partecipanti a questo evento che ha visto una giuria d'eccezione e un premio finale di 1.500 euro offerto da Bancadria Colli Euganei (Rovigo); altri riconoscimenti sono stati consegnati grazie alla fondazione Franceschetti e Di Cola

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - “Piacevole composizione che spicca per l’equilibrio di colori e masse. Interessante e d’effetto il senso della prospettiva reso dall’artista. Il groviglio di radici portato alla luce sembra evocare la visione di un mondo fragile che va salvaguardato”.

Con questa motivazione la commissione giudicatrice composta da: Eleonora Canetti artista e insegnante di storia dell’arte, Serena Grassi artista, oltre a essere diplomata all’accademia delle belle arti e laureata presso Ca’ Foscari, Rebecca Hughes critica d’arte e laureata in storia dell’arte a Cambridge, Claudio Lorenzi consigliere della fondazione Franceschetti e Di Cola ha assegnato il premio Bancadria Colli Euganei del concorso nazionale di pittura “Via Ruzzina 2019”, consistente in un buono acquisto di millecinquecento euro offerto da Bancadria Colli Euganei, al rodigino Gian Prina Manet con l’opera avente per titolo: “Gita sul Po”.


Gli altri importanti riconoscimenti: 1.000 euro offerti dalla Fondazione Franceschetti e Di Cola in memoria del dottor Di Cola Angelo Raffaele sono andati a Silvio Zago di Cavarzere con “Vento sulla laguna”. Il terzo premio della Pro Loco Adria è andato al pittore di Cislago Nicola De Benedictis con l’opera “Poetico paesaggio”. Il quarto premio offerto dalla famiglia Conti in memoria dell’artista adriese Giovanni Conti è stato assegnato al pittore di Ostiglia Romano Bertelli.

Questi i nomi degli autori delle opere classificatesi ex aequo: Giovanni Gueggia di Castrezzato, Gilberto Sartori di Piazzola sul Brenta, Marinella Falcomer di Gruaro, Donino Borin di Caorle, Giancarlo Brancalion di Rovigo ai quali è stato assegnato un buono acquisto di 250 euro offerto rispettivamente da: ragioniere Marco Bonaldo, studio Simoni di Adria, Simone Chieregato agente generale UnipolSai di Adria, farmacia Alla Croce di Malta di Adria, Andrea Pavanello Studio Commercialisti di Rovigo. Segnalazione per le opere: “Nella vecchia casa” di Marina Basaglia di Cerea, “Incontro tra i canneti” di Ugo Vistosi di Rovigo, “Pescatore del Delta” di Franco Montanari di Rovigo e “Tempo sospeso” di Piero Paoli di Firenze.

Una particolare menzione è stata conferita all’opera “Silenzio assordante” di Rouhani Mohammed Fenek di Jolanda di Savoia “l’opera colpisce per l’efficace messaggio contro la violenza sulle donne espresso con realismo e buona tecnica”.

Questo il risultato delle due giurie di eccezione: le valutazioni espresse dagli studenti del liceo Bocchi hanno visto prevalere l’opera di Rouhani Mohammed Fenek di Jolanda di Savoia, mentre la giuria popolare si è espressa a favore dell’opera di Fabiola Carmelini di Illasi. Entrambi gli artisti hanno ricevuto una targa offerta dalla Pro Loco.

Alla cerimonia ha presenziato l’assessore Andrea Micheletti, il consigliere di Bancadria Colli Euganei Emilio Trevisan e il presidente della Fondazione Franceschetti e Di Cola. La presidente della Pro Loco Letizia Guerra ha ringraziato Bancadria, la Fondazione Franceschetti e Di Cola, la famiglia Conti e tutti i sottoscrittori dei premi che da anni rendono possibile il concorso e la relativa mostra che, oltre a coinvolgere artisti provenienti da varie regioni italiani, viene visitata da amanti della pittura e curiosi in numero sempre più crescente.
Articolo di Lunedì 2 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it