Condividi la notizia

SANITA’

Servizi sempre più inclusivi in ambito sanitario

Grande impegno dell’Ulss 5 Polesana a Rovigo, e provincia, per offrire servizi sempre migliori per il benessere delle diversamente abili. Progetti mirati di inclusione, anche a domicilio

0
Succede a:

ROVIGO - Martedì 3 dicembre, ricorre la “Giornata internazionale delle persone con disabilità”, giornata che è stata proclamata nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere delle persone diversamente abili.

Sul territorio dell’Azienda Ulss 5 Polesana numerose sono le opportunità offerte a tali persone in relazione ai loro bisogni e alle loro potenzialità; possono quotidianamente accedere a servizi e strutture dove trovare risposte ai loro bisogni, dove poter esprimere al meglio le abilità possedute e vivere in un contesto di socializzazione e di inclusione.

In Azienda Ulss 5 Polesana, accanto ai servizi di Neuropsichiatria infantile, per l’età evolutiva, per le disabilità sensoriali e per la disabilità in età adulta, sono presenti 11 Centri Diurni (nel Distretto 1 – Rovigo 9 Centri offrono accoglienza a 141 utenti e nel Distretto 2 - Adria 2 Centri contano 40 utenti accolti). I Centri Diurni per persone con disabilità (CDD) sono servizi territoriali, a carattere diurno, rivolti a persone diversamente abili con diversi profili di autosufficienza. Sono servizi che forniscono interventi a carattere educativo-riabilitativo-assistenziale finalizzati all'aumento o mantenimento delle abilità residue della persona.

Sono, inoltre, presenti due realtà diurne a carattere sperimentale, dove le persone con disabilità esprimono le proprie abilità in contesti di laboratorio diversificati (in ambito agricolo/vivaistico nel territorio del basso polesine e in ambito espressivo/artistico nel territorio alto polesano).

Un altro intervento a sostegno della permanenza a domicilio dei disabili è rappresentato dall'Impegnativa di Cura Domiciliare, un contributo economico a supporto di tali persone e delle loro famiglie che consente di attivare progetti di promozione dell’autonomia personale, di aiuto personale e della vita indipendente. Nel territorio dell’Azienda Ulss 5 sono attivi complessivamente 240 progetti sostenuti da queste impegnative.

Altro importante servizio per l’integrazione delle persone con disabilità nella vita della comunità è costituito dal Servizio Integrazione Lavorativa (SIL), che realizza percorsi finalizzati all’integrazione lavorativa a favore di persone disabili o con svantaggio sociale. A livello aziendale il SIL, nell’ambito dei due Distretti, ha attive oltre 400 borse lavoro che si realizzano in aziende, esercizi commerciali, enti pubblici, cooperative e associazioni che offrono diversi ambiti lavorativi ove la persona con disabilità possa essere inserita secondo un congruo abbinamento che soddisfi le proprie aspettative e abilità, consentendo una effettiva integrazione e realizzazione in un contesto di vita al fine di esprimere le proprie abilità e potenziare le capacità relazionali.

Nell’ambito dell’offerta dei servizi vanno annoverate le strutture residenziali, unità di offerta accreditate del territorio che accolgono persone adulte con disabilità qualora non sia possibile la permanenza a domicilio.

Grande attenzione, inoltre, è dedicata al cosiddetto “dopo di noi” ed allo sviluppo di progetti innovativi che privilegiano i contesti di piccoli appartamenti dove le persone disabili sperimentano percorsi di autonomizzazione che li prepari a vivere fuori dal nucleo familiare. Va sottolineato il ruolo importantissimo che il terzo settore ha avuto, e continua ad avere, nella sperimentazione di queste risposte innovative per il “durante e dopo di noi”. Gli enti del Terzo settore, grazie al ruolo attivo delle famiglie, hanno saputo affiancare i servizi, mobilitando risorse, cercando finanziamenti, costituendo importanti reti sia con altri soggetti privati che con le istituzioni, arricchendo così l’offerta del territorio con interventi che cerchino di rispondere sempre meglio alle esigenze delle persone con disabilità ed alle loro famiglie.

Articolo di Martedì 3 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it