Condividi la notizia

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

Non si torna in aula per rivedere la proroga di 15 anni ai pescatori. Pizzoli: “Non se ne parla proprio”

Comunicazione del presidente della provincia di Rovigo Ivan Dall’Ara che suggerisce di annullare la decisione del 18 ottobre scorso sulla proroga dei diritti di pesca al Consorzio dei pescatori di Scardovari

0
Succede a:
ROVIGO - E' pervenuto in Provincia di Rovigo un parere da parte del capo di gabinetto del ministero dell'Agricoltura e pesca e parallelamente un altro del direttore generale dell'ente Maria Votta Gravina. Quest'ultimo ha sottolineato la presenza di una sentenza del Consiglio di Stato (LEGGI ARTICOLO) relativa ad un altro caso di proroca di concessione a 15 anni senza gara con analogie a quello di Porto Tolle, che prendendolo ad esempio porrebbe in una condizione di illegittimità la proroga di 15 anni della concessione dei diritti di pesca al Consorzio dei pescatori di Scardovari votata il 18 ottobre scorso.

Introduce la questione in consiglio provinciale il presidente Ivan Dall'Ara "ci torno mio malgrado - spiega - non posso però fare finta di niente". La proposta di Dall'Ara è quella di valutare se ritornare in consiglio provinciale per ritirare la proroga.

Replica immediatamente Roberto Pizzoli, consigliere provinciale e sindaco di Porto Tolle: "Non è la prima sentenza del consiglio di Stato sullo stesso tema, il fatto andrebbe estrapolato perché è una sentenza che e' relativa ad altro caso che a guardarlo bene ha sfumature ben diverse dal nostro". Pizzoli ci vede un rafforzamento della posizione dei pescatori: "Questo parere legittima l'affidamento diretto come sacrosanto ed inequivocabile, anzi lo rafforza. Alla provincia di Rovigo è arrivato l'ennesimo parere che da' man forte all'affidamento diretto. E' assurdo -  commenta Pizzoli - portare in consiglio provinciale un nuovo ordine giorno sul medesimo argomento, invotabile e senza nemmeno istruttoria". Dello stesso parere di Pizzoli anche Emanuale Beltrame, consigliere di Adria 

"Vi ho solo informato - conclude Dall'Ara - lo ritenevo doveroso".
Articolo di Mercoledì 4 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it