Condividi la notizia

SCUOLA

Contro il Cyberbullismo in cattedra il poliziotto - scrittore

Fare rete per entrare in rete è approdato a Occhiobello (Rovigo) grazie al Rotary Club Badia-Lendinara-Alto Polesine e a Domenico Geracitano

0
Succede a:

OCCHIOBELLO (RO) – Il Rotary Club Badia-Lendinara-Alto Polesine, ha sposato la causa del contrasto al Cyberbullismo fin da quando il fenomeno era agli esordi, ponendolo stabilmente nei propri service con la promozione nelle scuole del Polesine di percorsi formativi sempre più apprezzati anche dalle Istituzioni.

Servendosi dell’esperienza di Domenico Geracitano, poliziotto e scrittore, è stato sviluppato il “Progetto Fare Rete per Entrare in Rete”, approdato mercoledì 4 dicembre all’Istituto Comprensivo di Occhiobello, in una full immersion con alunni e insegnanti aiutati a comprendere il problema di come Utilizzare consapevolmente i social media. Gli incontri di mercoledì 4 dicembre (articolati al mattino con gli alunni e il pomeriggio con gli insegnanti) sono stati promossi col Patrocinio delle Amministrazioni Comunali di Occhiobello, Canaro e dell’Ulss 5 Polesana ed hanno visto presenti il sindaco Sondra Coizzi, la Dirigente Scolastica Morena Passeri e l'Assessore ai Servizi Scolastici del Comune di Canaro, Marco Volpin. Entusiastica e molto interessata è stata l’adesione degli insegnanti e dei ragazzi dei plessi scolastici di Occhiobello e Canaro.

Il percorso formativo continuerà durante l'intero anno scolastico e sarà svolto con l'ausilio dell’ultima pubblicazione di Domenico Geracitano, “Se ci pensi e’ tutt’altracosa” che sarà donato dal Rotary Club Badia-Lendinara-Alto Polesine a tutti gli studenti ed insegnanti coinvolti nel progetto. Infatti, dopo questa prima fase, inizierà la seconda fase, incentrata sull’attività formativa degli insegnanti che aiuteranno i giovani a comprendere come internet sia una risorsa culturale da utilizzare consapevolmente. Si lavorerà su aspetti legati alla sicurezza in rete, cercando di sviluppare l’uso critico di quanto circola nel web, sviluppando i concetti di bullismo, cyber bullismo e web-reputation.

La terza e ultima fase, che avverrà verso la fine dell’anno scolastico, sarà quella della restituzione in cui tutti gli alunni dovranno realizzare dei lavori sulle tematiche legate al mondo virtuale alla presenza dei compagni dei genitori.

Convintissimo dell’importanza del progetto il presidente del Rotary Club Badia-Lendinara-Alto Polesine Martino Beggio, che ha sottolineato come: “L’argomento è delicatissimo e quanto mai attuale, per questo come Club sosteniamo il Progetto di Geracitano e sono convinto che questa metodica del lavoro fatto “insieme ai ragazzi” oltre che utile sia e vincente”, come ha dimostrato la straordinaria attenzione riscontrata a Occhiobello.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 5 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it