Condividi la notizia

ASSEMBLEA GENERALE

Confindustria, portata a compimento l'aggregazione fra le territoriali di Venezia e di Rovigo

Approvato il nuovo statuto di Confindustria Venezia area metropolitana Venezia e Rovigo che conclude il percorso iniziato nel 2015

0
Succede a:

VENEZIA – L’assemblea generale di Confindustria Venezia area metropolitana di Venezia e Rovigo, riunitasi oggi in seduta straordinaria nella sede di Marghera, ha approvato il nuovo statuto. Si conclude così il percorso di aggregazione fra le territoriali di Venezia e di Rovigo, avviato nel 2015.

L’associazione disporrà di organi di rappresentanza più snelli e meglio aderenti alla realtà delle aziende dei due territori. Potrà contare su un consiglio di presidenza di 8 componenti ed un consiglio generale di 51. Le sezioni, riviste e riorganizzate, saranno 17: Alimentari, Chimici e petroliferi; Materie plastiche; Materiali per l’edilizia; Trasporti e servizi; Legno ed arredamento; Terziario avanzato; Turismo e servizi; Vetro; Calzatura; Operazioni portuali; Telecomunicazioni e radiotelevisioni; Elettrici acquedotti e gas; Meccanici; Grafici e cartotecnici; Tessili, abbigliamento ed accessori; Industrie varie.

“La revisione dello statuto adegua l’associazione all’area vasta nella quale operano le aziende e le eccellenze che rappresentano - sottolinea il presidente di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo Vincenzo Marinese -. Basti pensare ai quattro distretti, della calzatura, del vetro, della giostra e ittico, che valgono 3,5 miliardi di euro. Alle 6 filiere, agroalimentare, cantieristica, aeronautica, aerospaziale, dell’automotive e della chimica verde, che presentano un giro d’affari di 7,2 miliardi di euro. Al fatturato annuo dell’Area metropolitana di Venezia e Rovigo che sfiora i 30 miliardi di euro”.

Articolo di Giovedì 5 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it