Condividi la notizia

CALCIO SERIE D

Scantamburlo: "Ci sarà una scrematura per coloro che non stanno dando quello che ci si aspettava"

Il presidente dell'Adriese (Rovigo) Luciano Scantamburlo commenta la partita persa con il Chions, specificando i suoi dubbi e il fatto che la squadra non ha brillato come pensava

0
Succede a:

ADRIA (Rovigo) - Partita deludente per l'Adriese, che a Chions cade nuovamente e non riesce a trovare il giusto risultato. Sicuramente le assenze hanno poesato sul risultato finale, ma è anche vero che questa doveva essere una rosa costruita per ogni situazione, quindi tutta allo stesso livello perchè si potesse far bene in ogni contesto, ma sembra che così non sia stato. 

Infatti i giocatori subentrati agli assenti non hanno dimostrato a pieno di poter fare altrettanto, con pochi tiri in porta e poca concretezza al momento di concludere. L'amarezza più grossa è del presidente Luciano Scantamburlo, che racconta quella che è stata la partita di domenica pomeriggio: "Dispiace tanto per la sconfitta, in quanto non siamo stati superiori all'avversario, ma alla stessa altezza e abbiamo preso un gol ingenuo per una distrazione che potevamo evitare". 

"Ho visto poi pochi tiri in porta e una squadra che sembrava spenta, quando contro una formazione come il Chions si poteva fare certamente di più". "Il modulo ancora una volta non ha funzionato e si è palesemente visto". 

"Sinceramente avevo già dei dubbi con il Legnago, ma ora gli stessi si sono amplificati e sto pensando di guardarmi indietro più di guardare avanti, visto che quelle che ci precedono stanno salendo in maniera rapida e noi invece abbiamo conquistato solo tre punti nelle ultime quattro partite, un bottino veramente magro e che non mi aspettavo". 

Aggiungendo poi: "Per quanto riguarda il mercato credo che ci sarà una scrematura di coloro che non servono e che non stanno dando quello che ci si aspettava; per cui andiamo avanti per la nostra strada, ma credo che l'obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio campionato non sia quello che stiamo ottenendo in questo momento, nonostante l'impegno della società sia stato ben superiore allo scorso anno". 

Concludendo: "Purtroppo i dubbi sono tanti ed essere a metà campionato messi così non fa bene, speriamo di risollevarci con il Villafranca". 
 

Articolo di Lunedì 9 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it