Condividi la notizia

CRISI DEL LAVORO

Il Veneto fa gola ai nuovi acquirenti 

Buone notizie per gli addetti del Mercatone Uno attualmente in cassa integrazione, manifestazione d’interesse che tengono viva la speranza dopo la chiusura. Sondra Coizzi, sindaco di Occhiobello (Rovigo), ha fiducia

0
Succede a:

OCCHIOBELLO (RO) - “Abbiamo offerto la massima disponibilità all’assessore regionale Elena Donazzan al Lavoro per affrontare insieme un percorso comune affinché la proposta di acquisizione del Mercatone Uno si faccia concreta”. 

A parlare è Sondra Coizzi, sindaco di Occhiobello, una crisi che ha investito il gruppo costringendo 1700 addetti in tutta Italia, in cassa integrazione a zero ore. Ma c’è una speranza in questi giorni, tavolo tecnico tra Regione Veneto e Ministero dello Sviluppo Economico, che sta dando i suoi frutti (LEGGI ARTICOLO) .

“Ho personalmente parlato con l’assessore Donazzan, a seguito dell’incontro in sede ministeriale, circa manifestazioni di interesse che riguarderebbero buona parte degli stabili chiusi in tutta Italia. Non dimentichiamo la crisi occupazionale che è sorta e la ricaduta sul territorio regionale, provinciale e comunale”.  

“La buona notizia è che degli otto punti vendita esclusi dall’acquisizione - spiega il sindaco Coizzi - nessuno si trova nel Veneto e questo ci fa essere ottimisti in un rilancio del nostro capannone.

Auspichiamo che i commissari straordinari che si occupano delle trattative per la vendita degli stabili precisino nel più breve tempo possibile all’assessore Donazzan e al tavolo regionale, l’avanzamento delle operazioni di acquisizione, in modo che per i nostri lavoratori possa chiudersi questa triste pagina foriera di un depauperamento complessivo dell’economia su scala nazionale”.

Articolo di Lunedì 9 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it