Condividi la notizia

FESTIVITA’ 

Domenica è stata inaugurata anche la pista di pattinaggio

Lendinara (Rovigo) si accende per Natale attorno al progetto della cultura diffusa

0
Succede a:

LENDINARA (RO) – In gioco di squadra, gli assessori Francesca Zeggio e Franco Fioravanti hanno acceso le luci sul Natale di Lendinara, forti della grande capacità della Pro Loco di organizzare e coordinare l'ampio programma natalizio, che giocando con autoironia (assieme al Sindaco) con le figurine che veicolano il messaggio di un’unità d’intenti sempre più collaudata: “Amici in mezzo alla gente che si mettono in gioco”. Notevole la partecipazione dei cittadini che hanno partecipato alla passeggiata dalla stazione fino a S. Rocco prima dell’infiorata. Anche don Alberto è stato rincuorato dalla partecipazione delle comunità pastorali riunite (S. Biagio e S. Sofia)  nell’omaggio floreale all’Immacolata. Anche l’albero è stata occasione di trasmissione ideale di una comunità che si ritrova attorno ai valori tradizionali condivisi. Importantissima la tappa in biblioteca comunale quale simbolo della custodia della cultura locale,  dov’è stato presentato il “progetto della cultura diffusa” a partire dalla promozione del percorso delle sette chiese. Un ringraziamento è stato rivolto a Chiara Gramegna, dell’Ufficio Iat (Informazioni e Accoglienza Turistica) per la promozione, che sta preparando le “guide turistiche di Lendinara” prossime.

Domenica 8 dicembre, grazie alla Pro Loco, è stata inaugurata anche la pista di pattinaggio, con ghiaccio sintetico (costo 15mila euro con minima partecipazione comunale grazie agli sponsor) che ha subito catturato l’entusiasmo dei bambini, fra l’esibizione di artisti “veneziani”, sbandieratori e banda con sullo sfondo il “mercatino dell’hobbismo” che sarà oggetto di una mozione della minoranza sui costi per l’energia elettrica, ma che in realtà offre un intervento di ‘sostegno sociale’ a persone provate dalla sventura, offrendo la possibilità di recuperare dei sentimenti persi strada facendo. Non solo, ma questa esperienza ha un risvolto positivo per la comunità, che vede il recupero di negozi sfitti, senza contare che l’impatto sui costi dell’illuminazione pubblica è pressoché nullo.

Ugo Mariano Brasioli

 

Articolo di Martedì 10 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it