Condividi la notizia

CALCIO

Comunità in lutto, addio Renzo Milan grande dirigente

Muore lo storico dirigente del Canalbianco, a Costa di Rovigo i giocatori scendono in campo solo per il minuto di raccoglimento poi lasciano il terreno di gioco in segno di lutto

0
Succede a:

COSTA DI ROVIGO - Ci sono momenti in cui i punti del campo contano poco o nulla di fronte al dolore e al rispetto di una morte. Purtroppo il regolamento parla chiaro, ma la Figc potrebbe fare qualcosa di straordinario.

Sabato 14 dicembre un grave lutto ha colpito Costa di Rovigo e la società Canalbianco. A 69 anni è morto Renzo Milan, storico dirigente tutto fare della società. Chi lo ha conosciuto non ha parole per descrivere la grandezza d’animo di Renzo, una vita spesa per gli altri, per lo sport, per il calcio e la comunità nel servizio Anteas.

Non c’è stato il tempo tecnico per rinviare la partita di Seconda categoria in programma domenica 15 dicembre, i giocatori del Canalbianco hanno deciso di scendere in campo solo per il minuto di raccoglimento, lasciando il terreno di gioco subito dopo. Un segno di rispetto verso una grande persona, al Crespino Guarda Veneta non è restato altro che raggiungere gli spogliatoi. Se la Figc ha un cuore la partita si dovrà rigiocare, il regolamenti devono tenere conto del dolore delle persone. Intanto ex giocatori e tecnici del Canalbianco si stanno attivando per protestare pesantemente in caso di sconfitta a tavolino. Un gesto, quello di abbandonare il campo, che avrebbero fatto tutti.

"Possiamo specificare che il tempo tecnico c’era eccome - evidenzia il Canalbianco - la nostra società aveva contattato la società del Crespino Gv chiedendo di sospendere la partita di comune accordo sentendosi rifiutare la stessa richiesta. Perciò c’era tutto il tempo e la possibilità".

Articolo di Domenica 15 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it