Condividi la notizia

MOTORI

A Sperlonga Bellan torna a masticare amaro

Si conclude nel modo peggiore l'esordio laziale per il pilota di Taglio di Po (Rovigo), costretto al ritiro anticipato, sulla terza prova speciale, per un guasto di natura meccanica.

0
Succede a:

TAGLIO DI PO (RO) – Il 2019 di Alessio Rossano Bellan si chiude nel modo peggiore, così come era iniziato, con un altro zero segnato nello score personale di una stagione da dimenticare in fretta, segnata da tanti, troppi, problemi di natura tecnica.

Il pilota di Taglio di Po si presentava positivo alla Ronde Città di Sperlonga, rinfrancato dalla recente vittoria, a sfondo pistaiolo, siglata tra le mura amiche dell'Adria International Raceway.

L'appuntamento in provincia di Latina, tra i più rinomati a livello nazionale, si è invece rivelato ostico per il portacolori della scuderia Monselice Corse, costretto ad abbandonare la compagnia quando al termine della gara mancava soltanto un passaggio sulla speciale “La Magliana”.

Un ritiro, causato dal cedimento di un supporto del tirante di un braccetto, ben diverso da quelli che avevano caratterizzato l'annata del pilota polesano, affiancato da Debora Guglieri, con la dea bendata che ha recitato un ruolo chiave, nel male e nel bene, con la rottura che si verificava in uno dei pochi tratti lenti, evitando rischi maggiori che ne potevano conseguire.

Bellan resta comunque raggiante, nonostante l'amaro in bocca, nella speranza di poter aver terminato la consegna dei regali alla sorte, in questo 2019, e poter quindi iniziare a pianificare una nuova annata al rilancio, sempre alla guida della Renault Clio R3 curata da Bolza Corse.

“Ok, il 2019 è stato l'anno della sfortuna” – racconta Bellan – “e credo che questo sia innegabile, da qualunque prospettiva la si possa guardare. Certamente il problema che abbiamo patito qui a Sperlonga non era nemmeno lontano parente delle tante problematiche vissute con il motore, durante la prima metà di stagione. Abbiamo rotto il supporto del tirante di un braccetto mentre eravamo su una destra due. Fortunatamente eravamo in un punto lento, davvero pochi quelli che ci sono qui a Sperlonga, e questo è il lato positivo. Se si rompeva su un tratto veloce potevamo avere danni ben più importanti. È andata bene così. Certo, è innegabile che dispiaccia perchè volevamo chiudere con il sorriso, almeno l'ultima gara. Non importa dai, abbiamo dato tanto alla sfortuna quest'anno. Speriamo di pareggiare nel 2020.”

Annullata la tornata serale, al Sabato, Bellan iniziava a prendere confidenza, con il veloce tracciato dell'unica prova speciale in programma, chiudendo al quarto posto di classe R3C.

Nemmeno il tempo di confrontare il proprio parziale che sul terzo passaggio, il secondo della Domenica, il tagliolese si vedeva costretto a parcheggiare la trazione anteriore d'oltralpe.

Se il 2019 è ormai agli sgoccioli il polesano fa rotta diretta alla prossima stagione, il mirino è già puntato sulla prima edizione di Adria Rally Show, in programma per il 15 e 16 Febbraio 2020.

 

“Dopo aver vinto l'appuntamento con Adria Motor Week” – aggiunge Bellan – “è quasi certo che ci presenteremo, a Febbraio, all'Adria Rally Show. Un evento che si preannuncia molto interessante. Ci auguriamo che possa essere accolto con favore da tutto il nostro territorio. Noi ci saremo e cercheremo di partire bene in casa per dare il via ad un 2020 votato alla riscossa.”

Articolo di Mercoledì 18 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it