Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

L’opera costerà oltre 1 milione di euro

Sottopasso ciclopedonale statale 16, la giunta di Canaro (Rovigo) approva il progetto esecutivo

0
Succede a:

CANARO (RO) - Un’opera per la mobilità sostenibile da oltre un milione di euro. Il progetto del sottopasso ciclopedonale, di cui la giunta ha approvato la fase esecutiva, costerà 1.168.975,93 euro. Tale somma è ripartita fra un contributo della Regione Veneto di 300mila euro, mutuo con la cassa depositi e prestiti di 450mila euro, fondi di bilancio 48.800 euro e avanzo di amministrazione per 370.175,93.

L’obiettivo dell’opera è la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti evitando la promiscuità con tratti di strada aperti al traffico veicolare ed eliminando l’intersezione a raso con la statale 16: il sottopasso sarà al servizio del collegamento con le località Mezzavia e Vallone.

“Il sottopassaggio ciclopedonale – commenta il sindaco Nicola Garbellini – costituiva e costituisce il nostro primo obiettivo: oggi possiamo dire che per la prima volta nella storia sarà possibile attraversare tutto il territorio in sicurezza a piedi o in bicicletta”.

“La statale 16 – prosegue il sindaco – finalmente non sarà più un’insidia per pedoni e ciclisti e per ciò che riguarda i costi, la cui entità è pari all’importanza dell’intervento, faremo i conti alla fine: lavoreremo assiduamente nei prossimi mesi per cercare, mediante altre fonti, di ridurre la percentuale di intervento a carico delle casse comunali”.

Il percorso, lungo 450 metri, a doppio senso di marcia e separato dalla sede stradale, permette l’estensione di un tratto di pista esistente che costeggia via Toti a nord della statale 16.

Tratto 1 Innesto via Toti. Il primo segmento, di circa 105 metri, si sviluppa a sud della statale 16, è caratterizzato da un innesto alla viabilità carrabile a raso della carreggiata di via Toti e da una rampa in discesa che si orienta a nord. In prossimità del tunnel di attraversamento della statale 16, è prevista una vasca di raccolta di acque meteoriche, dotata di elettropompe per il sollevamento delle acque e il conferimento nel vicino scolo consorziale.

Tratto 2 Sottopassaggio. Il percorso sottostante la statale 16 sarà impermeabilizzato e costituito da una struttura di undici elementi scatolari di 22 metri complessivi di lunghezza, di 2.50 metri di larghezza interna e 3.10 di altezza.

Tratto 3 Salita in via Roma. Il percorso prosegue verso nord in affiancamento a via Roma per un lunghezza di 172 metri, fino a raggiungere la strada di collegamento con la stazione ferroviaria.

Tratto 4 Collegamento con pista ciclabile esistente. L’ultimo tratto del percorso lungo 120 metri, si sviluppa a ovest dell’attuale sottopasso stradale e collega la strada di accesso alla stazione con il tratto esistente di pista ciclabile all’intersezione tra via Toti e via Roma. Dopo una discesa, il percorso prosegue parallelamente a via Roma. Il tratto est e il tratto ovest sono collegati da un percorso pedonale con rampa di scale per arrivare al piano della carreggiata prima dell’inizio del sottopasso ferroviario dove è presente un attraversamento pedonale che si collega all’innesto tra il nuovo percorso e la ciclabile esistente.

Nell’ambito dei lavoro del sottopasso, sarà realizzato un nuovo impianto di illuminazione a led lungo l’estensione della ciclabile, dall’intersezione con via Toti a sud della statale 16 fino all’intersezione con via Toti e via Roma a nord della statale 16.

Articolo di Sabato 21 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it