Condividi la notizia

COMUNE

L’assessore allo Sport getta acqua sul fuoco

La Giunta Gaffeo sta cambiando il regolamento per l’affidamento degli impianti sportivi e l’erogazione dei contributi, Erika Alberghini risponde alla critiche di Michele Aretusini, a Rovigo le società attendono

0
Succede a:
Michele Aretusini ed Erika Alberghini

ROVIGO - “Nell’intento di voler fare opposizione, ora che si avvicinano le Regionali, il consigliere Aretusini fa disinformazione, creando inutilmente caos tra le società sportive. Acquista visibilità ma non aiuta le società sportive che forse ama meno di quanto non affermi”.

Lo sostiene Erika Alberghini, assessore allo Sport del comune di Rovigo, sotto attacco da giorni.

“Sa benissimo infatti che stiamo lavorando sull’articolo 22 del regolamento comunale sull’affidamento degli impianti sportivi per poter erogare il 100% dei contributi alle società sportive e non solo il 70% come è stato fatto lo scorso anno. E quell’articolo così complesso e oscuro non l’ho certo scritto io”.

Una modifica del regolamento scritto dall’amministrazione Bergamin con il supporto del delegato provinciale del Coni, Lucio Taschin.

La precedente giunta non ci ha lasciato grandi eredità e abbiamo dovuto risolvere anche questo problema. Ora lo stesso Aretusini, che lo scorso anno non si è preoccupato di dare tutti i fondi alle società sportive e che adesso sembra averle tanto a cuore, diffonde notizie di poca trasparenza, di bando che non sarà più fatto, di fondi che non riusciamo più ad erogare.

Lui era presente alla 4^ Commissione quando ho potuto spiegare molto chiaramente che i fondi derivanti dalle antenne sui campi di calcio sono vincolati nel bilancio ai contributi per lo sport, quindi non vanno persi. Il tema dell’erogare fondi tramite bando è implicito, come strumento trasparente ed oggettivo di distribuzione del denaro pubblico, previsto dalla legge. Pertanto l’intento di cambiare l’art. 22 era quello di semplificare (e si parla sempre di semplificare leggi e regolamenti in Italia, ma quando lo si fa qualcuno torna a ricomplicare tutto), devolvere il 100% dei proventi, dandoli allo sport in forma di contributi per l’attività sportiva e tenere infine aperta la possibilità di utilizzare eventualmente, in caso di verificata necessità, una parte di quei fondi per intervenire sui campi e sugli impianti sportivi per la manutenzione straordinaria, di cui c’è sempre necessità. Semplice semplice”.

“Ci tengo a segnalare, di tanto allarme procurato - evidenzia Erika Alberghini -  che lo scorso bando è stato erogato a fine anno 2018, arrivando a coprire le spese della seconda metà di campionato. Questo farà altrettanto e potrà dare soldi anche per contribuire alla manutenzione straordinaria se si deciderà con la 4^ commissione in tal senso. Ricordo anche che da luglio ad oggi, (come potrete vedere dalle delibere di consiglio) sono stati spesi per mio interessamento e in collaborazione con gli uffici, 100.000 euro per interventi sugli impianti sportivi, di cui 75.000 derivanti non dai soldi del Comune, ma di un bando nazionale del MISE per riqualificazione energetica e strutturale. Credo che diverse società possano testimoniarlo. Siamo andati a risolvere problemi annosi. Se questo è lavorare male per lo sport…”.

Articolo di Domenica 22 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it