Condividi la notizia

LA POLEMICA

Il semaforo sul sito del Comune basta ed avanza

Difesa ad oltranza dell'assessore all'ambiente Dina Merlo, a Rovigo era scattato il blocco delle auto inquinanti, ma era apparso un misero avviso solo sul portale di Palazzo Nodari. Troppo poco.

0
Succede a:

ROVIGO - Lo avevano evidenziato in molti, diverse telefonate erano giunte anche alla nostra redazione, i cittadini lamentavano la disinformazione sul blocco del traffico (LEGGI ARTICOLO) (per fortuna ci hanno pensato i giornali LEGGI ARTICOLO)

Non è dello stesso parere l’assessore all’Ambiente Dina Merlo, che dopo diversi giorni interviene sulla questione “La comunicazione che l’Amministrazione comunale ha fornito sulle ordinanze anti smog è stata circonstanziata, completa ed esaustiva, con tanto di comunicato e conferenza stampa, nonché inserimento nel sito di tutte le informazioni del caso, che hanno dato luogo a richieste di precisazioni e chiarimenti personali o telefonici di molti cittadini a cui gli uffici hanno prontamente risposto.

Il sistema regionale adottato prevede che ci siano tre livelli di allerta verde, arancione e rosso, che danno luogo diverse prescrizioni, che cambiano sulla base dei risultati delle analisi svolte due volte la settimana da Arpav. Nel periodo invernale tali variazioni possono essere molto frequenti, anche più volte in una settimana a causa delle condizioni metereologiche, quindi vengono comunicate attraverso il sito del

Comune, ma anche modificando gli schermi a messaggio variabile visibili da tutti i cittadini nelle strade (Noi non li abbiamo visti, e nemmeno i cittadini che ci hanno chiamato, ndr)

“In riferimento alla crisi idrica verificatasi nel mese di novembre - specifica Dina Merlo - a seguito di precipitazioni molto intense, che ha portato ad un forte abbassamento della pressione idrica in città, si ricorda che il messaggio con le informazioni relative alla situazione è stato esposto in tempi molto brevi sul sito di Acque venete, società responsabile del servizio idrico.

L’attuale Amministrazione comunale di Rovigo, al di là delle qualifiche di “professoroni” che vengono attribuite con toni giornalistici e talvolta un po’ polemici, sta lavorando con serietà e quotidiana dedizione, monitorando in continuazione i servizi e il rispetto degli impegni”. I toni giornalistici in genere sono commisurati al problema, e quello dell’acqua non è poca cosa.

Articolo di Domenica 22 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it