Condividi la notizia

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

Niente ricorso al Tar, i diritti esclusivi di pesca per 15 anni al consorzio dei pescatori

L'assessore alla pesca di Porto Tolle (Rovigo) Tania Bertaggia specifica quanto sia stato fatto e l'inconsistenza della posizione della società Delta Immobiliare srl

0
Succede a:
PORTO TOLLE (Rovigo) - "La mancata notifica del ricorso al Tar conferma la delibera di proroga di 15 anni della convenzione in essere tra Provincia e Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine OP scarl". Così l'assessore alla pesca del comune di Porto Tolle Tania Bertaggia, dopo la scadenza dei 60 giorni per fare ricorso proprio il 23 dicembre scorso. 

"Come assessore alla pesca non posso che essere soddisfatta per il risultato conseguito e per gli effetti che tale situazione determinerà in futuro. Infatti per la prima volta in trent’anni di attività, la convenzione avente ad oggetto i diritti esclusivi di pesca, avrà una durata di 15 anni. Tale fatto darà innanzitutto certezza di continuità lavorativa e reddittuale a 1.500 famiglie".

Sottolineando: "Come più volte evidenziato inoltre permetterà al consorzio di effettuare una programmazione dell’attività aziendale e relativi investimenti a lungo termine.
L’approvazione della delibera di proroga della convenzione, in conformità al dettato della legge di bilancio 2019, è giunta dopo un percorso articolato e difficile sotto il profilo giuridico e politico che ha visto l’interessamento e il coinvolgimento di tutte le Istituzioni (Comune, Prefettura, Regione, MIPAF, Avvocatura dello Stato)".

"Il consorzio ha dovuto resistere contro molteplici tentativi, ingiustificati e privi di fondamento giuridico, di non concedere con affidamento diretto al consorzio i diritti esclusivi di pesca. L’ultimo “attacco” risale al 20 dicembre scorso quando la Provincia aveva posto all’ordine del giorno del consiglio provinciale la proposta di
revoca della delibera di proroga approvata il 18.10.2019. Consiglio che si è concluso con l’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri che avevano proposto ed approvato la proroga della Convenzione per anni 15".


Concludendo: "L’omessa presentazione del ricorso al Tar conferma l’inconsistenza della posizione della società Delta Immobiliare srl, e la pretestuosità della Pec trasmessa nel mese di marzo 2019 alla Provincia con la quale la invitava ad assegnare i diritti mediante procedura di evidenza pubblica".

"La Delta Immobiliare srl, conscia di non avere opportunità di vittoria, mancando qualsivoglia interesse giuridico rilevante ad incardinare un giudizio contezioso, ha evidentemente e saggiamente preferito desistere dall’assumere iniziative giudiziarie".
Articolo di Lunedì 30 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it