Condividi la notizia

POLITICA CORBOLA

Domeneghetti: Doati si fa riportare i fatti da qualcun altro senza venire in consiglio

Il sindaco di Corbola (Rovigo) ritorna sull'argomento pediatra sollevato dalla minoranza pochi giorni fa, accusando la minoranza di riportare false verità

0
Succede a:
CORBOLA (Rovigo) - Arriva la replica alla minoranza di Corbola da parte del sindaco Michele Domeneghetti, per quanto concerne la questione della pediatra che è stata sostituita in questo ultimo periodo dell'anno, oltre al composrtamento poco consono in consiglio comunale del primo cittadino, quest'ultimo a detta della minoranza (LEGGI ARTICOLO). 

"L’ennesima polemica innescata dalla minoranza sulla permanenza a Corbola della pediatra e del dove espletare il servizio ha il sapore del “già visto” e, come sempre, si fonda sul travisamento della realtà: unico appiglio per far sentire che esistono. Le parole da me proferite sono ben diverse infatti da quelle “interpretate” dal capogruppo di minoranza Doati addirittura assente durante gli ultimi due consigli comunali".

"Forse ha poco tempo da dedicare al suo ruolo e si fa “riportare” i fatti da qualcun’ altro? Fa sorridere che la minoranza voglia far propria la “vittoria”, come definita da Doati, che è frutto invece del lavoro solerte, costante e certosino di una maggioranza che risponde puntualmente ed in modo pratico alle esigenze dei propri cittadini".

Specificando: "La lettera che annunciava il pensionamento della dott.ssa Valentini e la pronta designazione da parte dell’Ulss 5 Polesana della sostituta temporanea è pervenuta infatti tra giovedì 19 e venerdì 20 scorso alle famiglie con figli in età pediatrica. Come annunciato in consiglio comunale del 20 dicembre ho sentito la dott.ssa Marchetti che gentilmente si è messa a disposizione per due giorni la settimana da subito purchè le si proponesse un ambulatorio arredato per il servizio. Data la disponibilità di un ambulatorio arredato e non pienamente utilizzato presso il centro servizi di villa Agopian, sentito il presidente del C.I.A.S.S. Gilberto Moretti ed il direttore Daniele Panella, abbiamo proposto tale temporanea collocazione previa autorizzazione della stessa Ulss locale".

Sottolineando poi: "Ricordo che l’ambulatorio è già utilizzato dal dott. Ferro ed è in posizione separata ed indipendente dai reparti. Ricordo inoltre ai consiglieri di minoranza, che prima auspicano e poi criticano in modo pretestuoso la “modalità del servizio” che la mission principale del nostro consorzio è quella di “perseguire l’interesse generale della comunità e promuovere l’integrazione sociale dei cittadini anche attraverso la gestione in via prioritaria (ma non esclusiva) dei servizi residenziali per gli anziani non autosufficienti”.

"Tale obiettivo rappresenta per la nostra comunità una risorsa fondamentale che sfugge evidentemente alla minoranza intera e a chi gli dà seguito. Si sottolinea infine che nessuno mai ha negato l’importanza del servizio e nessuno, tantomeno il sottoscritto, si è smarcato da qualsivoglia scelta o decisione: sopraggiunta la comunicazione dell’Ulss, unico ente preordinato alla designazione, la maggioranza - rappresentata non solo dal sindaco ma anche dai consiglieri direttamente interessati in quanto genitori di figli in età pediatrica – ha intrapreso ogni attività volta alla possibilità che la dott.ssa Marchetti operi anche a Corbola".

Concludendo: "Ad ogni modo se la cosa non piace a Doati ed agli altri rimane sempre a loro la scelta di promuovere una ennesima raccolta firme contro l’ambulatorio pediatrico a Villa Agopian, purchè si ricordino di consegnarla. La comunità gli renderà di certo merito".
Articolo di Martedì 31 Dicembre 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it