Condividi la notizia

RUGBY TOP12

I Bersaglieri si mantengono in cima

La FemiCz Rovigo ha vinto a Roma contro la Lazio 17-39 conquistano il bonus e mantenendo la vetta della classifica. Apprensione per Diego Antl uscito in barella per infortunio. Citton man of the match

0
Succede a:

ROMA - I rossoblù hanno faticato nel primo tempo a trovare le misure, poi il tasso tecnico della FemiCz Rovigo ha avuto la meglio su una volenterosa Lazio nell’anticipo di sabato 4 gennaio. Bersaglieri che tornano da Roma con il punto di bonus, la vetta della classifica, ma con un problema per l’infermeria. Diego Antl subentrato nella ripresa al posto di Modena uscito malconcio dal Giulio Onesti, ha ricevuto un colpo durissimo, è rimasto a terra per diversi minuti, è uscito in barella, e per l’argentino è stata necessaria una Tac in Ospedale, alle 19 è stato dimesso (LEGGI ARTICOLO).

Prima del fischio d’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria dell’ex giocatore della Lazio Rugby Eslam Ismail scomparso in settimana, un momento molto toccante, i tifosi locali avevano anche esposto uno striscione in suo onore.  

Leggi i commenti dei tecnici di FemiCz e Lazio 

Pronti via al Giulio Onesti ad aprire le marcature ci pensa Citton al 5’, calcio di liberazione della Lazio raccolto da Michelotto, poderoso break, dal raggruppamento sulla linea dei 40 metri Citton prende il corridoio giusto e s’invola in meta. Menniti Ippolito non trasforma, 0-5. All’11 la mischia rossoblù guadagna un calcio di punizione, Menniti-Ipppolito da posizione centrale allunga dalla piazzola da 40 metri, 0-8.

Sussulto della Lazio con Francesco Cozzi, che dopo un buon possesso del Rovigo, con una ripartenza fulminea all’interno della propria metà campo, al 16’ sulla linea dell’out calcia per se stesso, il rimbalzo lo favorisce, difesa dei Bersaglieri sbilanciata e biancazzurri che accorciano le distanze 7-8 (dopo la trasformazione dello stesso Cozzi).

Penaltouche fallito dai Bersaglieri, nello sviluppo dell’azione la Lazio commette una penalità che costa al pilone destro Garfagnoli il giallo, Menniti-Ippolito al 22’ dalla piazzola porta la FemiCz sul 7-11.

La Lazio subisce, ancora una penalità, penaltouche in favore della FemiCz, ma la rimessa laterale rossoblù fa cilecca per la seconda volta, biancocelesti bravi a sporcare le giocate dei Bersaglieri.

Al 25’ bella touche vinta da Giant, palla al largo che finisce a Bacchetti lanciato verso la meta, ma Angelucci ferma tutto per un in avanti millimetrico di Angelini, peccato.  Due minuti più tardi mischia per i rossoblù all’interno della propria metà campo, Michelotto esce palla in mano e guadagna metri, palla a Vian che guadagna altri 20 metri, ma sbaglia l’ultimo passaggio per Citton. La seconda meta dei rossoblù è solo questione di tempo. Touche sui cinque metri della Lazio, Rovigo non sbaglia, palla a Vian, maul avanzante, ma la Lazio riesce a contenere i rossoblù ed ottiene il turnover.

Mischia per la Lazio nei propri 22, palla vinta con enorme difficoltà e persa successivamente sul pressione del Rovigo, Modena è lesto e scarica su Angelini, che in mezzo ai pali segna senza problemi.

Al 34’ la Lazio si installa nei cinque metri della FemiCz, ma i diversi tentativi di sfondare la difesa del Rovigo non produce i risultati sperati nel primo tentativo, ma riesce nel secondo. Una penaltouche ben giocata, e concretizzata da Nahuel Milan in sfondamento, consente alla Lazio di rimanere in partita, 14-18 (Cozzi non fallisce la trasformazione).

Primo tempo che si chiude con l’ennesimo poderoso break di Michelotto, che nel contatto con un avversario perde l’ovale, ma sicuramente il numero 8 rossoblù è stato uno dei migliori. Buona la prova di Mienie all’esordio nei primi 40 minuti di gioco dopo mesi di inattività.

In avvio di ripresa Casellato cambia tutta la prima linea (dentro Rossi. Nicotera e Pavesi), ma è la Lazio a segnare i primi punti con Cozzi, che sfrutta un calcio di punizione calciando in mezzo ai pali da 40 metri.

Al 4’ buon possesso del Rovigo, spettacolare cross kick di Menniti Ippolito per Cioffi, che sulla bandierina segna la terza meta dei Bersaglieri, 17-25 dopo la trasformazione del mediano d’apertura padovano.

Al 6’ Giant ruba una touche alla Lazio e rimette a posto il conto delle rimesse laterali, dopo pochi secondi il Rovigo ne ruba una seconda. La musica almeno nelle fasi statiche è cambiata radicalmente.

Al 13’ dentro anche Ferro per Giant con Vian che slitta numero 8, e Modena infortunato lascia il posto all’ex Diego Antl.

Al 16’ è proprio l’argentino a innescare la quarta meta, palla all’interno per l’ottimo Bacchetti abile a guadagnare il vantaggio, e a scaricare per Citton (man of the match), che completamente libero segna in mezzo ai pali, 17-32 dopo la trasformazione di Menniti-Ippolito.

Al 24’ Rovigo con una bella aziona al largo sembra poter sfondare, Angelucci interrompe l’azione per una penalità della Lazio che costa il giallo a Duca. FemiCz che gioca veloce, una serie di fasi in cui l’ovale passa per molte mani (da segnalare un gioco di prestigio del pilone Pavesi), i biancazzurri chiudono ogni varco anche in maniera non proprio ortodossa, a rimetterci Diego Antl rimasto a terra per diversi minuti per un colpo alla testa (LEGGI ARTICOLO). Lunghe le operazioni di messa in sicurezza del collo e del capo. Uscito tra gli applausi del Giulio Onesti, al posto dell’argentino è entrato Lisciani. Nell’azione seguente mischia per la FemiCz, i rossoblù non riescono a sfondare per un’inezia. dopo una paio di percussioni.

A chiudere il conto Cioffi con la quinta meta. frutto di un possesso dei rossoblù all’interno dei 22 della Lazio, dopo vari tentativi di percussione la palla è finita all’ala beneventana (altro ex di turno), 17-39 dopo la trasformazione di Menniti-Ippolito.

Per gli ex rossoblù Loro e De Gaspari non era questa la partita da vincere, apprezzabile l’impegno, ma la FemiCz non poteva fallire. Ora testa alla finale di Coppa Italia contro il Petrarca Padova in programma il 18 gennaio.
 

Roma, “CPO Giulio Onesti” – Sabato 4 Gennaio 2020
Peroni TOP12, VIII giornata
S.S. Lazio Rugby 1927 v FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta 17-39 (14-18)
Marcatori: p.t. 6’ m. Citton (0-5), 13’ cp Menniti Ippolito (0-8), 18’ m. Cozzi tr Cozzi (7-8), 23’ cp Menniti Ippolito (7-11), 33’ m. Angelini tr Menniti Ippolito (7-18), 39’ m. Milan tr Cozzi (14-18) s.t. 43’ cp Cozzi (17-18), 45’ m. Cioffi tr Menniti Ippolito (17-25), 57’ m. Citton tr Menniti Ippolito (17-32), 80’ m. Cioffi tr Menniti Ippolito (17-39)

S.S Lazio Rugby 1927: Sigillò (65’ Bossola); Marocchi, Coronel, Lo Sasso (cap) (70’ Baffigi); De Gaspari; Cozzi, Loro (50’ Albanese); Duca (76’ Cacciagrano); Giancarlini, Angelone (23’-33’ Forgini) (60’ Ricci); Lomidze, Milan; Garfagnoli (43’ Forgini), Ferrara (60’ Corcos), Quiroga (68’ Giusti)
all. Montella

FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Cioffi, Modena (61’-70 Antl)(71’ Lisciani), Angelini; Bacchetti; Menniti Ippolito, Citton (75’ Visentin); Michelotto; Lubian, Vian; Nibert (58’ Ruggeri), Mtyanda (58’ Ferro); D’Amico (40’ Pavesi), Momberg (cap) (40’ Nicotera), Mienie (40’ Rossi)
All. Casellato

Arb.: Riccardo Angelucci (Livorno)
AA1 Vincenzo Schipani (Benevento), AA2 Edoardo Meo (Roma)

Quarto Uomo: Paolo Paluzzi (Roma)
Cartellini: Al 23’ giallo a Garfagnoli (S.S. Lazio Rugby 1927), al 64’ giallo a Duca (S.S. Lazio Rugby 1927)
Calciatori: Menniti Ippolito 6/7 (FEMI-CZ Rovigo), Cozzi (S.S. Lazio Rugby 1927) 3/3

Note: giornata nuvolosa a Roma. Prima del fischio d’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria dell’ex giocatore della Lazio Rugby Eslam Ismail scomparso in settimana.  

Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 0, FEMI-CZ Rovigo 5 

Man of the Match: Lorenzo Citton (FEMI-CZ Rovigo)

La classifica

FEMI-CZ Rovigo 36 punti; Valorugby Emilia 35 Kawasaki Robot Calvisano 30; Fiamme Oro Rugby 30; Argos Petrarca 28; Mogliano Rugby 1969 20; Lafert San Donà 15; IM Exchange Viadana 1970 13; , Toscana Aeroporti I Medicei. HBS Colorno 10; Sitav Rugby Lyons 8; S.S. Lazio Rugby 1927 6

 

Peroni TOP12 – VIII giornata
05.01.20 - ore 15.00

IM Exchange Viadana 1970 v Kawasaki Robot Calvisano 13-3
Valorugby Emilia v HBS Rugby Colorno 29-21
Mogliano Rugby 1969 v Fiamme Oro Rugby 16-23
Argos Petrarca v Lafert San Donà 27-11
Sitav Rugby Lyons v Toscana Aeroporti I Medicei 21-24

Articolo di Sabato 4 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it