Condividi la notizia

RUGBY TOP12

Rossoblù dominanti nel secondo tempo

Bonus e vetta della classifica per la FemiCz Rovigo, nella ripresa i Bersaglieri hanno giocato meglio della Lazio. I commenti dei tecnici Casellato, Properzi e Montella

0
Succede a:
Umberto Casellato

ROMA - Parzialmente soddisfatti i tecnici della FemiCz Rovigo, squadra rossoblù che nel primo tempo ha sofferto in touche e nella difesa da drive. Nettamente superiori i Bersaglieri nella ripresa, alla Lazio ad un certo punto si è quasi spenta la luce, la FemiCz ha cominciato a muovere il pallone con competenza chiudendo il discorso “bonus”. (LEGGI LA CRONACA DEL MATCH)

Contro una squadra che cerca di salvarsi, c’era da immaginarselo che avrebbero affrontato il match con il coltello tra i denti.

“Ripetiamo troppo spesso gli stessi errori mancando troppo spesso anche nella disciplina e nella lucidità nei momenti chiavi della partita - ha dichiarato il coach biancoceleste Daniele Montella - abbiamo giocato un buon primo tempo, nel secondo loro sono venuti fuori ed hanno portato a casa la partita. Non possiamo permetterci di giocare con un uomo in meno in due occasioni nel corso di un match contro una squadra come il Rovigo. Due episodi che ci sono costati caro in termini di gioco e di punti subiti”.

Se sotto il profilo del collettivo la FemiCz ha offerto una prova soddisfacente, pur non giocando la miglior partita, sotto il profilo individuale da segnalare le ottime prestazioni di Michelotto, Citton e Bacchetti in grado di guadagnare già volte la linea del vantaggio. Discorso di verso per Diego Antl, lo sfortunato argentino è entrato nella ripresa innescando l’azione della seconda meta di Citton, poi un fortuito colpo alla testa lo ha messo fuori gioco. Concussion ed esami diagnostici all’Ospedale di Roma che hanno scongiurato complicazioni, la per il tre-quarti si profilano tre settimane di stop a norma di regolamento (LEGGI ARTICOLO).

”Il primo tempo è stato equilibrato - ammette il tecnico della mischia della FemiCz Rovigo, Kino Properzi - abbiamo subito la loro aggressività e non abbiamo avuto una buona dominanza. I ragazzi però nel secondo tempo hanno avuto una buona risposta e anche la panchina quando è entrata ha fatto bene.”

Sulla stessa lunghezza d’onda coach Casellato ”Sapevamo che sarebbe potuta essere una partita difficile. Lo è stata in parte nel primo tempo, un po’ forse per il fatto che non avevamo il focus sul piano di gioco che volevamo fare. Abbiamo commesso alcune ingenuità. Nel secondo tempo abbiamo cercato di cambiare per portare a casa la partita e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Abbiamo fatto anche delle mete pregevoli. Ora ci prepariamo per la Finale di Coppa Italia sabato 18 gennaio contro il Petrarca Rugby.”

Articolo di Sabato 4 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it