Condividi la notizia

CALCIO SERIE D

I due Mattia deltini raccontano la vittoria con i lupi

Episcopo, autore del gol, e Pellielo uno dei migliori in campo, raccontano come hanno visto la partita vittoriosa contro la Luparense sul campo di Porto Tolle (Rovigo)

0
Succede a:

PORTO TOLLE (Rovigo) - Una vittoria che da morale per il Delta Porto Tolle, che fino alla fine ha creduto in questi tre punti guadagnati contro una delle formazioni più quotate di questo campionato e che anche durante il mercato invernale ha ottenuto giocatori di tutto rispetto. Da canto suo il Delta vince non solo sul campo, ma anche moralmente, perchè dopo le due sconfitte con Ambrosiana e Cjarlins Muzane, serviva una risposta da parte di tutti. 

Pasi non ha giocato perchè non era nella migliore forma fisica, ma sono scesi in campo prima Raimondi e successivamente ha ricalcato il terreno di gioco Abrefah, l'uomo a centrocampo che può sempre fare la differenza in ogni situazione e che serviva non poco a questa compagine. Da sottolineare anche la prestazione di Busetto, a detta del mister uno dei migliori in campo, che davanti alla difesa a saputo sporcare diversi palloni avversari e riuscire allo stesso tempo a smistare il gioco portotollese. 

A fine partita è Mattia Episcopo, che racconta: "Penso sia il secondo gol di testa quest’anno che vado a segnare, per cui sono contento di questa prestazione". "Siamo riusiciti a prenderli in contropiede con il cross di Malagò e questo ci ha dato la possibilità d'arrivare al gol senza problemi". "Ricordiamoci che abbiamo giocato contro una gran squadra che ha grandi qualità in campo e per questo motivo abbiamo dimostrato che possiamo fare la differenza con tutti". "Ora bisogna dare continuità di prestazione sempre su questo livello per portare a casa più punti possibile e credere nelle nostre potenzialità".

Successivamente anche Mattia Pellielo, giovane giocare di questa compagine, spiega le sue impressioni: "Nel primo tempo siamo partiti molto bene e siamo riusciti a creare subito un buon gioco e alla fine abbiamo portato a casa la vittoria meritatament; un primo tempo comunque positivo con qualche sofferenza mentre nella seconda frazione di gioco era ovvio fare un po’ di fatica in più, ma alla fine ce l’abbiamo fatta". "Il lavoro fatto in queste settimane è stato proficuo. Già nello spogliatoio eravamo carichi e ci ha dato una mano per scendere in campo più convinti di prima. Pensiamo partita dopo partita per cercare di fare il massimo".

Articolo di Lunedì 6 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it