Condividi la notizia

L'occhio clinico del Comandante

Le multe prese dall'autovelox di Papozze potrebbero essere tutte contestate [VIDEO]

Adriano Mantoan pone l'attenzione sul velox fisso lungo la Sp33 a Papozze: segnaletica posizionata troppo vicina e non rispettosa della normativa, problema con la verbalizzazione delle contravvenzioni sono vizi a cui il comune deve porre rimedio

0
Succede a:
ROVIGO - Ritorna dopo la pausa natalizia la rubrica dedicata alla sicurezza stradale a cura di Adriano Mantoan "L'occhio clinico del comandante" che si occupa dell'autovelox posizionato nel comune di Papozze lungo la strada provinciale 33 che dalla SS16 porta ad Adria.
Il problema principale, evidenziato da Mantoan, responsabile della sicurezza per Fratelli d'Italia in provincia di Rovigo, è il troppo poco preavviso con cui l'apparecchio è segnalato, motivo sufficiente per rendere tutte le contravvenzioni contestabili, ma non solo.


Il comune di Papozze, non disponendo di un comando proprio di Polizia locale, è in convenzione con un altro comune (fino all'autunno scorso era Taglio di Po) che, nel redigere il verbale, lo intesta come Comune di Papozze, senza citare l'atto di convenzione e senza riportare il decreto prefettizio, probabilmente esistente, ma di cui non c'è traccia nel verbale, che autorizza la contravvenzione automatica esentando dall'obbligo di contestazione immediata. Anche il mancato riferimento al decreto prefettizio è motivo sufficiente per contestare chiedendo l'annullamento della contravvenzione.

Con spirito di propositiva collaborazione, Mantoan esorta il comune di Papozze a porre rimedio a questi gravi motivi di vizio nell'utilizzo dell'apparecchiatura che da anni svolge il proprio lavoro egregiamente in un tratto di strada con il limite di 90 km orari, adeguando i verbali e la segnaletica alla normativa esistente, senza lasciare intendere che l'amministrazione di Papozze stia utilizzando l'apparecchio come macchina infernale per fare cassa piuttosto che autentico strumento per la prevenzione stradale.

La seconda puntata dedicata a via Calatafimi
La prima puntata con un semplice caso di degrado in frazione a Rovigo
Articolo di Mercoledì 8 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it