Condividi la notizia

CONFARTIGIANATO POLESINE

Ex Maddalena ed Innovation Lab all'ex Celio occasioni da non mancare per gli artigiani della provincia di Rovigo

L'associazione di Marco Campion si augura che il 2020 possa essere un anno importante per il comparto artigiano della provincia di Rovigo ed esprime cauto ottimismo in merito alla possibile nuova stagione di lavori all’orizzonte per il capoluogo

0
Succede a:
Il presidente di Confartigianato Polesine Marco Campion
ROVIGO - Sono vicine nella memoria le indicazioni del sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo circa la risposta attesa, a settimane, dal nucleo tecnico di valutazione della presidenza del Consiglio dei ministri, in merito alla rimodulazione del progetto di riqualificazione dell’area ex ospedale Maddalena. Qualora la risposta fosse positiva, qualunque possa essere la scelta politica di destinazione del fabbricato, l’idea che il Comune di Rovigo lo acquisisca ed avvii lavori per oltre 13 milioni di euro per l’ex ospedale ed il quartiere Commenda, non può che trovare positivo apprezzamento da parte dell’associazione degli artigiani di Piazza Duomo presieduta da Marco Campion.

“Le competenze dei nostri artigiani del territorio sapranno sicuramente essere valorizzate, per gli artigiani della provincia di Rovigo, infatti, dal pavimentista, all’impiantista, al serramentista, a chi si occupa di finiture, arredi, coperture, ma anche tecnici e fornitori di servizi, le opportunità che si potranno aprire sono molteplici.

Non solo ex Maddalena, ma anche il progetto sulla trasformazione dell’ex sede del Liceo classico Celio fa ben sperare per l’anno appena cominciato – conclude il presidente di Confartigianato Polesine Marco Campion – così come l’idea di riapertura di un cinema in centro storico a Rovigo”.

Rigenerare il tessuto urbano è una operazione virtuosa che l’amministrazione comunale di ogni singolo comune della provincia dovrebbe innescare, guidandola, di modo da fornire un indirizzo di intervento pluriennale che porti ad una ripresa concreta dell’economia, piuttosto che concentrarsi su interventi estemporanei che non produco ricchezza reale dal punto di vista sociale, ma occasioni, spot, di intervento per pochi, che rischiano di togliere fiducia al sistema, piuttosto che generare ottimismo e crescita dei consumi per molti.

Confartigianato Polesine si dichiara al fianco delle amministrazioni che intendono investire in tal senso, per il bene del comparto artigiano, e per il bene dei cittadini, così come si propone interlocutore competente e critico per coloro i quali credono che solo ed esclusivamente il settore privato debba essere di interesse dell’associazione artigiana, dimenticando quanto il pubblico possa ancora esprimere in termini di guida allo sviluppo. 
Articolo di Mercoledì 8 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it