Condividi la notizia

VOLONTARIATO

La volontaria, assieme alla famiglia, ha trovato il piacere di aiutare

Dai fornelli a Faedesfa Onlus: Nicoletta, ideatrice de “La Balera”, narra il successo dell’evento solidale di San Bellino (Rovigo). Già pronta una seconda edizione

0
Succede a:

ROVIGO - Feste natalizie da poco concluse. Si tolgono dall’albero i decori. Nastri fiocchi e quant’altro finiscono negli scatoloni. Ma le emozioni che Faedesfa Onlus ha regalato con gli eventi dell’ultimo Natale sono ancora vive. Come il divertimento e la passione per il ballo andati in scena con “La Balera” il cinque gennaio scorso nella tensostruttura di San Bellino con serata benefica all’insegna della danza per tutti. E la Onlus di Fratta Polesine è già al lavoro per l’8 otto febbraio prossimo, per un bis dedicato al ballo nella struttura di “Faedesfa Lab”.

Tutto è partito da un’idea di Nicoletta Anostini, una delle persone che dopo il lavoro assieme al marito Diego Travaglini e ai figli si dedica all’organizzazione delle attività di “Faedesfa Onlus” assieme ad una squadra complessiva di circa 50 persone operative, che si turnano in base agli eventi in programma. Lei e la sua famiglia, vivono a Rovigo, e sono entrati nella banda delle magliette verdi circa un anno e mezzo fa. “Io e Diego abbiamo iniziato a condividere il piacere del ballo da sala nel 2012- racconta Nicoletta- Poi abbiamo dovuto sospendere, ma la passione è rimasta. Con Andrea Pezzuolo e il resto della squadra abbiamo lanciato l’idea di un evento sul ballo”.  Di lì sono scattati i preparativi. Contatta le scuole di danza, pensa alla musica, e al resto dei dettagli. Nicoletta che di professione è cuoca, con grande solerzia si occupa dei fornelli anche per gli eventi di Faedesfa Onlus. E il 5 gennaio scorso, appeso il grembiule, dopo aver appagato il palato di centinaia di persone, ha indossato le scarpette da ballo e si è lanciata in pista con il marito. In un vortice di musica e spensieratezza creato per le moltissime persone che hanno scelto di partecipare alla festa.  “E’ stato incredibile- racconta la volontaria di Faedesfa- Le persone ci guardavano con gli occhi illuminati dicendoci semplicemente grazie. Abbiamo capito che anche se la vita ti porta a fermarti, si deve trovare ciò che ti fa stare bene”.

La coppia di Concadirame ci tiene a un messaggio in particolare: “Si può stare bene aiutando gli altri in modo incondizionato, come accade con Faedesfa. Un messaggio che io e Diego stiamo trasmettendo anche ai nostri tre figli di 3,12 e 17 anni. Ci tengo che portino avanti questi valori, che i giovani in generale hanno la possibilità di vivere, perché quei bambini in difficoltà che aiutiamo oggi, diverranno adulti del domani”.

“La Balera è stata una sfida conclusa con grande successo- conclude Marina Faedo che per Faedesfa Onlus si occupa della gestione degli eventi- Nicoletta ha avuto un’idea che ha trascinato tutti noi e la squadra ha lavorato come sempre con entusiasmo. Stante il successo e le numerose richieste delle persone stiamo già lavorando a un secondo appuntamento per sabato 8 febbraio”.

Articolo di Sabato 11 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it