Condividi la notizia

SCUOLA PORTO TOLLE

Il teatro approda all'Ipsia di Porto Tolle

Iniziativa di spessore alla scuola superiore di Porto Tolle (Rovigo) nella giornata del 15 gennaio, dove si è parlato di cyberbullismo e bullismo a tutti i livelli

0
Succede a:
PORTO TOLLE (Rovigo) - Interessante iniziativa quella vissuta dagli studenti dell'Ipsia di Porto Tolle e organizzata dal referente per il bullismo, professor Vincenzo Boscolo Bariga, in collaborazione con l'associazione Theama teatro di Vicenza e il responsabile di sede professoressa Armanda Tosato dal titolo "La catena del branco 2".

Iniziativa significativa perchè il racconto, recitato da un attore e accompagnato da un musicista professionista, partiva da una esperienza vera, concreta, vissuta da un adolescente dei nostri giorni che si è trovato a combattere la piaga delle vessazioni, delle offese, degli impropri, dei dispetti da parte di un gruppo di amici, il branco per l'appunto.

Racconto coinvolgente che ha tenuto gli studenti sospesi tra la curiosità e il rispettoso ascolto, tra il confronto con la realtà e la metafora del racconto, tra l’ incredulità sulla verità dei fatti e il tentativo di scavare nella propria coscienza alla ricerca di quel dispetto al compagno e che non è stato riconosciuto come atto di mancanza di rispetto, atto bulico e distruzione della dignità dell'altro.

Un'ora e mezza di racconto veloce, silenzioso, narrativo accompagnato dalle note sempre più incalzanti di una musica che non voleva essere armoniosa ma doveva provocare la riflessione; la riflessione su quegli atti vandalici verso la persona che vanno sotto il nome di bullismo e cyberbullismo e che diventano distruzione della dignità della persona fino alle conseguenze più estreme come se queste fossero dettate da una forma di cinismo e voglia di ribellione da parte di chi subisce.

E stata l’occasione per far riflettere i ragazzi e le ragazze su chi fa parte del branco e i ruoli che girano attorno ad esso, la necessità di confrontarsi su un piano reale e consapevole che l'altro va amato, accolto e rispettato.
Articolo di Giovedì 16 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it